rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024

La recensione

Claudio Pizzigallo

Giornalista

LOL Talent Show non è niente di eccezionale, ma poteva andare peggio

Giovedì 22 febbraio sono usciti i primi due episodi LOL Talent Show: chi fa ridere è dentro, lo show comico di Prime Video da cui uscirà un nuovo volto della comicità italiana che andrà a unirsi al cast di veterani scelti per LOL 4

Anche se mancano ancora tre puntate, le prime due (da circa 50 minuti l'una) sono già sufficienti per esprimere un giudizio su questo show che nasce sulla scorta del successo di LOL: chi ride è fuori e allo stesso tempo consente anche a Prime Video di avere il suo talent italiano. Ma prima di dire la nostra, entriamo nel vivo di questa recensione riassumendo il funzionamento dello show. 

Come funziona LOL Talent Show

Lo schema è piuttosto semplice. A condurre lo show c'è il Mago Forest, con lui ci sono i tre giudici fissi che sono Elio, Katia Follesa e Angelo Pintus, che devono giudicare se i concorrenti di volta in volta sul palco "sono LOL", e quindi leva in avanti, o "non sono LOL", e quindi leva tirata indietro. 

In aggiunta, per ogni episodio c'è un giudice "guest" che - facendo un po' il mix tra il golden buzz di Italia's got talent e il mitico giudizio di Alessandro Borghese in 4 Ristoranti - può ribaltare il giudizio dei suoi colleghi di ruolo usando la leva del cosiddetto "lollissimo". Nel primo episodio il ruolo è stato svolto da Ciro Priello (vincitore di LOL 1), nella seconda da Michela Giraud, nelle prossime puntate vedremo Fabio Balsamo, Maria Di Biase e Lillo.

E poi ci sono appunto i concorrenti, che man mano si presentano, fanno il loro numero e vengono giudicati. Chi viene promosso va al cosiddetto secondo round, dove invece dovranno improvvisare, in pieno stile LOL, su temi e scene scelti dai giudici. Nel primo episodio hanno improvvisato sul tema supereroi, nel secondo i comici finalisti sono stati accoppiati per fare delle televendite.

Lol Talent Show - i finalisti della prima puntata

LOL Talent Show: niente di nuovo, ma niente male

Come si è chiesta la collega Marianna Ciarlante a proposito di Nuova Scena, "avevamo davvero bisogno dell'ennesimo talent"? La nostra risposta, che non ci appassioniamo al genere da quando Marco Mengoni era a X Factor, è sempre no.

Tuttavia, bisogna riconoscere che LOL Talent Show è meglio di quanto temessimo. Certo, non c'è niente di originale in un talent show comico, soprattutto per chi ha vissuto l'epoca dell'epica Corrida di Corrado. Però a differenza che in La Corrida, qui la gente a teatro e a casa ride sempre perché quelli sul palco vogliono far ridere, anche nei momenti più imbarazzanti (o "cringe" per dirla come un concorrente che cita sua figlia).

Non c'è, quindi, in questi provini quel disagio che si avverte ad esempio nei talent musicali quando sul palco la produzione manda allo sbaraglio dei fenomeni da baraccone inconsapevoli, e già questo è un merito di LOL Talent Show. 

Altro merito è il cast, in particolare i da noi amatissimi Elio e Forest. Il conduttore e tutti i giudici sono privi di quell'ansia competitiva, quella voglia di primeggiare sugli altri che funesta altri show simili.

E anche tra i concorrenti, va detto, sembra esserci davvero del potenziale non indifferente. Noi abbiamo già la nostra preferenza che non sveliamo per scaramanzia, ma ad ogni modo sarà divertente vedere come un comico debuttante si rapporterà a 9 professionisti esperti. Insomma, come abbiamo detto all'inizio, questo LOL Talent Show avrebbe anche potuto essere molto peggiore.

(Per esempio, avrebbe potuto uscire il giorno in cui Fedez e Chiara Ferragni si lasciano e avere un'introduzione fatta da "il marito della moglie di Fedez", per dirla con le parole di Mago Forest. Ah no, quello è successo davvero...)

Voto: 7

Si parla di

LOL Talent Show non è niente di eccezionale, ma poteva andare peggio

Today è in caricamento