rotate-mobile
Sabato, 20 Aprile 2024

Claudio Pizzigallo

Giornalista

Perché The Wilds 2 è una serie imperdibile (soprattutto in Italia)

Dal 6 maggio su Prime Video è disponibile la seconda stagione completa di The Wilds, la serie tv "tipo Lost" di Prime Video che parla di uno, anzi due gruppi di adolescenti costretti a sopravvivere in una, anzi due isole deserte per un (folle) esperimento sociale.

Se la prima stagione (qui la recensione) ci aveva favorevolmente colpito, facendoci anzi preoccupare per un possibile decadimento nella nuova, The Wilds 2 ci è sembrata persino migliore. I perché li spieghiamo in questa recensione, insieme a tre motivi particolari per il pubblico italiano e a quello che - per noi - è l'unico difetto. 

WLDS_S2_UT_SKEKAN_01966RC-2

Di cosa parla The Wilds 2

Alla fine della prima stagione abbiamo scoperto che - in un'isola vicina a quella che ospita le ragazze del progetto "alba di Eva" - c'era un gruppo di ragazzi, per il cosiddetto gruppo di controllo del "tramonto di Adamo". In pratica, lo scopo della dottoressa Gretchen Klein è sempre quello di dimostrare la superiorità (etica, morale, sociale) delle donne sugli uomini.

A fine prima stagione scoprivamo anche che l'ex ragazzo di Shelby, che ora ha fatto coming out almeno sull'isola e sta con Toni, era morto a causa di un atto di bullismo per colpa del figlio di Gretchen. Ecco, scusate lo spoiler (minimo), ma DJ, il figlio della dottoressa, fa parte del gruppo di ragazzi.

Dunque la seconda stagione della serie si snoda non solo - come avveniva nella prima - attraverso continui salti temporali dal periodo sull'isola a quello dei presunti (ma non veri) interrogatori dell'FBI e ai flashback nelle vite delle protagoniste, ma anche con un confronto con le vicende dei ragazzi, prima, durante e dopo l'avventura sull'isola. 

WLDS_S2_UT_SKEKAN_01270RC-2

In particolare, i ragazzi sono: Raf, studente transfrontaliero messicano; Josh, compagno di scuola (ma non amico) di Raf con tanta parlantina e una fissa per le medicine; Kirin, tipico campione sportivo dei licei americani, con la tipica insensibilità di questi personaggi; Ivan, attivista gay e compagno di scuola di Kirin; Scotty e Bo, inseparabili amici e compagni di affari; Seth ed Henry, fratellastri molto diversi tra loro, il primo solare, il secondo decisamente dark; e infine il già citato DJ. 

Cosa succederà ai ragazzi? Riusciranno a resistere 50 giorni, così come sappiamo che è successo alle ragazze? E a Leah e compagne, cos'altro può succedere dopo le peripezie della scorsa stagione culminate con l'apparente morte di Nora? A queste e altre domande risponderemo in un altro articolo, ma per evitare spoiler importanti stavolta ci fermiamo qui. Ed ecco il trailer della nuova stagione di The Wilds

Perché The Wilds 2 ci ha sorpreso in positivo

Ancor più che nella prima stagione, in The Wilds 2 la storia è incentrata su un aspetto, quello della conoscenza e della consapevolezza. In sostanza, è un continuo gioco di specchi tra quello che sanno i ragazzi e le ragazze, quello che sappiamo noi perché lo vediamo succedere sull'isola, quello che gli isolati dicono negli interrogatori e, soprattutto, quello che sa, quello che non sa e quello che sa ma finge di ignorare Gretchen.

WLDS_S2_FG_203_00295912_Still113-2

I piani si sovrappongono, talvolta divergono, talvolta viaggiano paralleli, e questa ambiguità serve a raccontare le misteriose vicende di queste giovani vittime di una scienziata che a questo punto non possiamo che definire folle. E se avete dimestichezza con i film e le serie tv, vivrete ogni puntata sul "chi va là", cercando di intuire, svelare e prevedere i prossimi colpi di scena. Quasi sempre, invano, come successo a noi.

Il raffronto tra la mini società creata dalle ragazze e quella dei ragazzi può essere impietoso, e quindi dar ragione a Gretchen, ma ciò che interessa maggiormente è studiare le dinamiche dei rapporti interpersonali e come queste siano influenzate dalle esperienze vissute "prima" dai protagonisti. Certo, Lost era un'altra cosa, ma in questo teen drama non c'è misticismo o il sovrannaturale: solo puri rapporti umani. Se vi pare poco, è perché non avete visto The Wilds.

Curiosità: l'italiano lingua "ospite" di The Wilds 2

Se non lo avete notato già nella prima stagione, ve lo diciamo noi: in ogni puntata, mettendo in pausa e cliccando su "curiosità", ci sono decine e decine di informazioni, aneddoti e semplici pillole sul passato dei protagonisti e su quello che indossano, che amano, che odiano...

Ma per il pubblico italiano, ci sono tre particolari curiosi che abbiamo notato guardando The Wilds 2, e che riguardano la nostra lingua e la nostra cultura. La prima è quando Seth dice, in italiano, "andiamo" anziché "let's go"; la seconda è quando tutti i ragazzi fanno la loro imitazione dell'accento italiano; la terza, decisamente meno simpatica, è quando Ivan cita una rivista italiana come esempio di un punto di vista retrogrado e bigotto sulla realtà contemporanea. Se avete notato anche voi questi dettagli, sappiate che non siete i soli...

WLDS_S2_FG_202_00445806_Still126-2

Il difetto di The Wilds 2 (piccolo spoiler)

A onor del vero, però, c'è un aspetto di questa stagione di The Wilds che ci ha lasciato perplessi, e riguarda i tempi delle vicende. Ci spieghiamo: le puntate, che nella prima stagione segnavano solo i giorni dal naufragio delle ragazze, ora hanno un doppio marcatore temporale, quello che segna il giorno dell'isola delle ragazze e quello che denota i giorni dei ragazzi.

Quindi la prima puntata è "giorno 30 - 1", la seconda è "giorno 34 - 12", la terza è "giorno 36 - 14" e così via. Dunque, scusandoci per lo spoiler, qualcosa non ci torna in questo parallelismo. Due sono le ipotesi: o i gruppi sono naufragati nello stesso momenti sulle rispettive isole, oppure sono arrivate prima le ragazze e dopo qualche giorno i ragazzi.

WLDS_S2_FG_201_00070705_Still050-2

Nel primo caso, significherebbe che i ragazzi sono stati "salvati" parecchi giorni prima delle ragazze, e quindi non si capirebbe perché, come è evidente, Faber e Young hanno prima interrogato le ragazze e poi i ragazzi.

Nel secondo caso, l'ordine degli interrogatori avrebbe senso, ma non si capirebbe come avrebbe fatto Gretchen a determinare a priori che il gruppo di ragazzi sarebbe sicuramente finito prima, cosa che consente ai due gruppi di convivere nel luogo dove vengono interrogati. Ma a parte questo dettaglio, il nostro giudizio su The Wilds 2 non può che essere positivo, in attesa di The Wilds 3

Voto: 8.5 

Si parla di

Perché The Wilds 2 è una serie imperdibile (soprattutto in Italia)

Today è in caricamento