rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
vip

Il dolore di Serena Grandi: "Mi guardo allo specchio e piango. Una cicatrice e 100 punti in pancia"

L'attrice parla senza filtri delle conseguenze fisiche riportate dopo la chirurgia estetica e ammette di non accettarsi

Non è mai stata così schietta prima d'ora Serena Grandi, soprattutto con se stessa. L'attrice si racconta senza filtri nel libro 'Serena a tutti i costi. Lettere di una vita mai inviate', e a 63 anni si mette per la prima volta a nudo. A partire dalla sua fisicità, adulata da generazioni intere di uomini e martoriata poi dalla chirurgia estetica, come spiega in un'intervista a Il Giornale. 

Diversi gli interventi a cui si è sottoposta, a partire dalla riduzione del seno: "Dopo la nascita di mio figlio Edoardo ho fatto un altro intervento di riduzione, perché a seguito della gravidanza e dell'allattamento era notevolmente esploso. Il resto è l'inizio di un calvario - racconta -. Gli autori di un noto programma televisivo mi propongono di fare un intervento di lipofilling al seno, un riempimento con il proprio tessuto adiposo, in diretta. Allo stesso tempo ci sarebbe stata anche una riduzione della pancia. Ogni momento sarebbe stato ripreso per poi commentarlo in studio, attraverso clip, interviste, resoconti. Tutto dietro un compenso di circa trentamila euro. Per me era un periodo duro, avevo avuto da poco il fallimento del mio ristorante La Locanda di Miranda a Rimini e ho pensato di accettare". Oggi ne paga ancora le conseguenze: "Sulla mia pancia ho una cicatrice orribile. Mi hanno dato un centinaio di punti di sutura, come se avessero giocato al chirurgo con una bambola. Neanche un serial killer farebbe dei tagli così. Quando mi guardo, piango ancora".

"Non mi piaccio più"

Serena Grandi confessa di non accettarsi, arrivando a provare un disagio molto profondo: "Non mi piaccio più. In casa ho tolto tutti gli specchi e se sono in un hotel li copro con i teli da bagno. Per truccarmi uso un piccolo specchietto da borsetta". E ancora: "E' una cazzata pensare di accettarsi come si è quando gli anni passano. La vecchiaia non è una bella cosa, ti cambia e non riconosci più il tuo corpo che appare come un estraneo".

Il messaggio contro la chirurgia estetica

L'attrice assicura che se tornasse indietro non si sottoporrebbe più a certi interventi: "E' stato un errore, forse uno dei più grandi - spiega - Il medico avrebbe dovuto fare una mammografia prima di operarmi e di certo avrebbe individuato il tumore che avevo sotto il seno sinistro, allo stato iniziale. Invece sono stata all'oscuro di tutto per mesi, finché una voce che sentivo dentro mi ha portata all'ospedale di Rimini e lì è stato individuato un nodulo grande quanto una pallina da ping pong che è stato poi asportato". Provvidenziale, conclude l'attrice: "Sono certa sia stato un aiutino di mia madre che è sempre stata contraria agli interventi di questo tipo e che anche dal cielo non mi ha mai abbandonata. Era il 2017 e ancora porto i segni di questo pasticcio e anche la mia pancia è inguardabile".

Serena Grandi dopo le cure per il tumore al seno: "Sono segnata, stanca, ma felice"

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il dolore di Serena Grandi: "Mi guardo allo specchio e piango. Una cicatrice e 100 punti in pancia"

Today è in caricamento