rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Canada / Canada

Canada, decine di arresti nel centesimo giorno della protesta studentesca

Continuano le manifestazioni contro l'aumento delle tasse universitarie volute dal governo del Quebec. Solo ieri 350 persone sono state fermate dalla polizia

Decine di feriti e centinaia di arresti. E' questo il bilancio del 100esimo giorno di protesta degli studenti canadesi.  Solo ieri migliaia di persone sono scese nelle strade di Montreal per gridare il proprio dissenso non solo contro l'aumento delle tasse universitarie, ma anche contro la nuova legge che limita fortemente la libertà di manifestare, come ricorda il quotidiano locale Le Journal de Montreal. Accanto agli studenti hanno sfilato anche i genitori e molti adulti. 

Centinaia di persone hanno continuato ad occupare la città anche dopo l'orario consentito. Intorno alle 21 il corteo è stato definito illegale, proprio in virtù di quella legge 78 adottata una settimana fa, che impone agli organizzatori di rendere noto il tragitto dei cortei almeno 8 ore prima del suo inizio. Prima della mezzanotte la polizia aveva già arrestato 113 persone, numero che poi è salito a 350, come riporta Euronews.

Ormai da tre mesi continuano le proteste contro Jean Charest, premier del Quebec che ha imposto un aumento del 75% delle tasse universitaire. Il governo ha inoltre sospeso il semestre accademico in corso, sperando così di porre un freno alla rabbia studentesca. 

“Il governo deve ritirare questa legge prima che qualcuno si faccia male seriamente, prima che ci scappi il morto” ha dichiarato uno dei leader della rivolta studentesca. “Nessuno vuole arrivare a quel punto”. Jean Charest non sembra pronto a mettere in discussione le proprie decisioni, ma la protesta si sta allargando anche ad altri strati della società, che si sono mostrati solidali con le rivendicazioni portate avanti dagli universitari. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Canada, decine di arresti nel centesimo giorno della protesta studentesca

Today è in caricamento