Mercoledì, 24 Febbraio 2021
"Revenge porn"

Giappone, pubblicare foto porno per vendetta è reato: tre anni di carcere

La Camera dei rappresentanti ha deciso: la "revenge porn" è reato. Pene salatissime: fino a tre anni di carcere e oltre tremila euro di risarcimento

Un caso di "revenge porn" in Inghilterra

ROMA - Pubblicare on line foto osè della propria ex per vendetta da oggi è reato. Il Giappone vara la linea dura contro la "revenge porn", con la Camera dei rappresentanti che ha approvato una legge che punisce penalmente chiunque metta in rete foto hard per vendetta.   
 
La norma, approvata all'unanimità, sarà inviata alla Camera dei consiglieri, cioè la camera alta, per essere approvata probabilmente già mercoledì. Potrebbe essere questo l'ultima produzione normativa di questo parlamento, visto che il primo ministro Shinzo Abe sembra orientato a convocare elezioni anticipate entro la fine dell'anno.

In base alla nuova legge, chi distribuisce foto porno per vendetta rischia fino a tre anni di carcere e una multa di 500mila yen, circa tremila e cinquecento euro. 

La legge è stata concepita dopo un caso di stalking-omicidio avvenuto lo scorso anno a Tokyo, dove un uomo molestò a lungo la sua ex fidanzata pubblicando le sue immagini online, prima di ucciderla.

La norma permette anche ai service provider di cancellare le immagini sospettate di essere legate al fenomeno del "revenge porn" senza il consenso di chi le ha pubblicate, se le immagini vengono mantenute per due giorni dopo una protesta.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giappone, pubblicare foto porno per vendetta è reato: tre anni di carcere

Today è in caricamento