rotate-mobile
Giovedì, 22 Febbraio 2024
SPAGNA / Spagna

Catalogna, accordo partiti su data referendum per indipendenza

Una consultazione popolare a cui Madrid si oppone, sostenendo che sarebbe incostituzionale

I partiti catalani favorevoli a un referendum sull'indipendenza della Catalogna dalla Spagna si sono accordati oggi sulla data di una consultazione popolare, a cui il governo centrale di Madrid si oppone, sostenendo che sarebbe incostituzionale.

La consultazione popolare dovrebbe tenersi il 9 novembre del 2014, secondo l'accordo trovato fra Convergencia i Uniò (CiU), partito catalano nazionalista moderato attualmente al governo della Comunità autonoma, Esquerra Republicana de Catalunya (Erc), il partito indipendentista di sinistra che dà appoggio esterno al governo e Iniciativa per Catalunya-Verds (Icv), federazione verde-comunista.

La domanda del referendum, secondo quanto riportano i media catalani e spagnoli, sarebbe in realtà composta di due quesiti: una prima parte chiederebbe ai cittadini catalani "Volete voi che la Catalogna sia uno Stato?", mentre la seconda preciserebbe "Volete voi che la Catalogna sia uno Stato indipendente?". La domanda doppia è stata pattuita per consentire di comporre le diverse sensibilità presenti nell'opinione pubblica e nei partiti catalani: alcuni sono infatti favorevoli a uno stato nell'ambito di una confederazione o federazione spagnola.

MADRID DICE NO

Il governo centrale spagnolo ha ribadito che il referendum sull'indipendenza della Catalogna "non avrà luogo". "Il voto non si terrà e non si terrà perché la nostra costituzione non autorizza nessuna comunità autonoma a sottoporre a un voto o a un referendum le questioni relative alla sovranità nazionale", ha dichiarato il ministro della Giustizia spagnolo Alberto Ruiz Gallardòn davanti alla stampa a Madrid.

Marcia per l'indipendenza della Catalogna

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Catalogna, accordo partiti su data referendum per indipendenza

Today è in caricamento