Domenica, 7 Marzo 2021
Stati Uniti d'America

Trump rompe con l'Iran: "Usciamo dall'accordo sul nucleare"

E' la decisione più destabilizzante per gli equilibri geopolitici dei primi 17 mesi di Trump alla Casa Bianca

Ansa

"Oggi abbiamo le prove che la promessa dell'Iran di non costruire una bomba atomica è una bugia. L'Iran ha continuato il suo programma nucleare. Oggi annuncio che gli Stati Uniti escono dall'accordo con l'Iran e rimetteremo le più forti sanzioni possibili" nei confronti del regime iraniano. Lo ha detto il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, con un annuncio in diretta dalla Casa Bianca, citando le prove presentate la settimana scorsa da Israele.

Trump: "Iran sostiene terrorismo"

"L'accordo del 2015 firmato dalla precedente amministrazione permette all'Iran di continuare ad arricchire l'uranio e alla fine arrivare ad avere una bomba nucleare", ha continuato Trump. "Il regime iraniano è il leader degli stati che sostengono il terrorismo", ha detto il presidente aggiungendo che "sostiene Hezbollah, Hamas, Al Qaida e i talebani".

Trump: “Gli Usa si ritirano dall'accordo sul nucleare con l'Iran”

Trump nel corso del suo discorso ha detto di essersi consultato con gli alleati europei, citando Grand Bretagna, Francia e Germania, sostenendo che sono tutti concordi che andando avanti di questo passo sotto l'accordo del 2015 l'Iran riuscirà ad arrivare ad avere l'atomica. L'accordo era stato raggiunto nel 2015 e si chiama Joint Comprehensive Plan of Action. È stato firmato da (Usa, Regno Unito, Francia, Cina e Russia) più la Germania. Trump sin dall'inizio della sua campagna elettorale lo ha definito un accordo "sbagliato" e il "peggior accordo della storia dell'umanità".

Sanzioni immediate

Gli Stati Uniti sono "pronti ad aprire un dialogo con l'Iran per nuovo accordo". Lo ha detto il consigliere per la sicurezza nazionale degli Usa, John Bolton, poco dopo l'uscita degli Stati Uniti dall'accordo sul nucleare con Teheran. Bolton ha aggiunto che le sanzioni entreranno in vigore immediatamente su tutti i nuovi contratti.

Rohani: "Guerra psicologica"

Il presidente iraniano Rohani ha detto che la decisione di Donald Trump di ritirarsi dall'accordo con Teheran è "una guerra psicologica". Rohani ha detto che vuole discuterne con europei cinesi e russi. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trump rompe con l'Iran: "Usciamo dall'accordo sul nucleare"

Today è in caricamento