rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
EGITTO / Egitto

Egitto, sciolto il Parlamento. I Moderati: "Colpo di stato"

Ritenuta valida la candidatura di Shafiq alle elezioni presidenziali

La candidatura di Ahmed Shafiq alle presidenziali egiziane è da ritenersi valida, ma il Parlamento deve essere sciolto. E' questo quello che ha deciso la Corte Costituzionale, che ha stabilito l'incostituzionalità della legge elettorale, che attribuiva un terzo dei seggi con il sistema maggioritario. 

Ballottaggio per le presidenziali - Ancora non è chiaro se sarà necessario indire nuove elezioni, ma sicuramente Shafiq potrà presentarsi al ballottaggio per le presidenziali previsto questo fine settimana.

Molte critiche si erano alzate contro l'ex premier, accusato di essere uno di quei rappresentanti del vecchio regime che il movimento di piazza Tahrir aveva fatto cadere più di un anno fa.  Mohamed Abdel Quodous, intervistato dall'emittente britannica Bbc, ha definito la candidature di Shafiq una “umiliazione per l'Egitto e per la sua rivoluzione”. L'ex premier sfiderà al ballottaggio Mohamed Morsi, il candidato dei Fratelli Musulmani. 

Questo dibattito risale ad aprile, quando era stata approvata una legge che vietava ai rappresentanti del vecchio regime di Hosni Mubarak di poter ricoprire incarichi di rilievo. La commissione elettorale aveva però deciso di rinviare il testo alla Corte Costituzionale, permettendo così a Shafiq di potersi presentare alle elezioni presidenziali. La commissione aveva inizialmente invalidato la candidatura dell'ex premier,  per poi ammettero all'ultimo momento. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Egitto, sciolto il Parlamento. I Moderati: "Colpo di stato"

Today è in caricamento