rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
USA / Stati Uniti d'America

Elezioni Usa 2016: è una questione a due tra Hillary Clinton e Jeb Bush?

Hillary Clinton e Jeb Bush, nonostante la strada verso le elezioni del 2016 sia appena all'inizio, sono i nomi di primo piano nei rispettivi partiti

"I media politici di Washington non riescono a sopportare un 'vuoto di notizie' - scrive il britannico Guardian - e così per tappare il buco si inizia a parlare dalla sfida da sogno tra la democratica Hillary Clinton e il repubblicano Jeb Bush per le elezioni presidenzali del 2016". Una sfida Clinton-Bush quindi, proprio come nel 1992 quando Bill Clinton sconfisse George H. Bush.

Il sito Politico è il primo a ipotizzare i due nomi per la prossima sfida elettorale: "Quel che è certo è che Hillary Clinton e Jeb Bush, nonostante la strada verso le elezioni del 2016 sia appena all'inizio, sono i nomi di primo piano nei rispettivi partiti".

PARTITO DEMOCRATICO - Hillary Clinton è il nome più probabile, per due motivi. Primo: ha dato filo da torcere fino all'ultimo all'attuale presidente nel corso delle primarie del 2008 e ha svolto un ottimo lavoro come Segretario di Stato. Secondo: oggi come oggi nel partito democratico non ci sono nomi che scaldano i cuori. Certo, c'è Joe Biden, l'attuale vice presidente, ma sembra proprio che l'unico avversario di Hillary Clinton sia Hillary stessa. Non ha ancora deciso se ha voglia di mettersi di nuovo in gioco.

Oltre a Biden, il totocandidati democratico include il governatore di New York Andrew Cuomo, Sherrod Campbell Brown, senatore dell'Ohio e l'economista Elizabeth Warren. Nessuno di questi tre nomi "starebbe al passo" della Clinton se lei decidesse di correre per la presidenza.

PARTITO REPUBBLICANO - Più interessante la situazione nel partito repubblicano. Il governatore del New Jersey Chris Christie potrebbe essersi complicato da solo la vita dopo il sostegno che ha manifestato al presidente Obama dopo l'uragano Sandy. Il senatore della Florida Marco Rubio è un'ipotesi interessante, così come il governatore superstar del Wisconsin, Scott Walker.

Ma come nel caso di Hillary Clinton, se Jeb Bush decidesse di correre per la presidenza tra quattro anni avrebbe quasi certamente campo libero. Da governatore della Florida ha portato avanti una riforma dell'istruzione molto apprezzata dai più, e soprattutto riesce a ottenere il supporto degli ispanici. Già, per tornare alla Casa Bianca, il partito repubblicano avrà un disperato bisogno del voto dei latinos. Inoltre, nel 2016, il ricordo della difficile presidenza del fratello George W. Bush (guerre in Iraq e Afghanistan, Katrina, Lehman Brothers) sarà più lontano nel tempo per gli americani. E' quel che si augurano al vertice del partito repubblicano. (Fonte: The Guardian)

Gallery

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni Usa 2016: è una questione a due tra Hillary Clinton e Jeb Bush?

Today è in caricamento