Martedì, 26 Gennaio 2021
Siria

L'Isis torna all'attacco: attentato in Siria, almeno 58 morti

I jihadisti dello Stato Islamico hanno rivendicato l'attacco avvenuto nella provincia di Homs. L'attentato arriva a poche ore di distanza dall'ultimo audio di al Baghdadi

Foto di repertorio

Dopo la diffusione dell'ultimo messaggio audio del 'Califfo' al Baghdadi, dalla Siria arriva la notizia di una nuova strage compiuta dai miliziani dell'Isis. Almeno 58 membri delle forze del regime siriano rimasti uccisi in una serie di attacchi dei jihadisti nella provincia centrale di Homs.

Lo Stato Islamico  ha rivendicato l’attacco in un comunicato, affermando che numerosi suoi esponenti hanno lanciato un assalto contro postazioni delle forze del regime a Sud della città di al Sokhna, nel deserto siriano, facendo decine di morti. 

Questi attacchi sono stati compiuti nel giorno della diffusione da parte dell’Isis di una registrazione audio attribuita al Califfo nero Abu Bakr al Baghdadi, nella quale chiede ai combattenti dell’Isis di “resistere” e moltiplicare le operazioni contro i nemici. 

Secondo l’Osservatorio, “i primi attacchi sono stati compiuti contro dei posti di blocco delle truppe lealiste a Shola”, località vicina alla città di Deir Ezzor, nell’Est della Siria. “L’Isis ha poi eseguito una serie di attacchi contro i blocchi stradali lungo l’autostrada tra Shola e Sukhna, a Sud”, ha riferito l’organizzazione non governativa. Questa autostrada si trova nel grande deserto siriano che si estende su diverse province del Paese.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Isis torna all'attacco: attentato in Siria, almeno 58 morti

Today è in caricamento