rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
La storia / Regno Unito

Muore a 9 giorni con il Covid, la madre non si pente di non essersi vaccinata

Il caso della piccola Ivy-Rose, la bimba inglese nata prematura e positiva al coronavirus contratto dalla madre. La donna ha detto di essersi spaventata dopo aver letto "storie dell’orrore" sui forum online sulle gravidanze

Ha fatto il giro del mondo la storia della piccola Ivy-Rose, la neonata inglese nata prematura e morta a soli 9 giorni, che aveva contratto il Covid dalla madre non vaccinata. Nonostante quanto successo a sua figlia, Katie Leeming non sembra essersi pentita della sua scelta di rifiutare il vaccino.

Venuta al mondo alla 26esima settimana, con un parto cesareo d'urgenza lo scorso 13 ottobre, la piccola Ivy-Rose è sopravvissuta solo 9 giorni. Alla nascita pesava poco più di un chilo. Sul certificato di morte della bambina, pubblicato dai media inglesi, come cause del decesso vengono indicate una forma da distress respiratorio acuto, grave prematurità alla 26esima settimana, il fatto che la madre fosse positiva al coronavirus e così anche la bambina, e un'emorragia intraventricolare. 

Katie Leeming ha affermato di aver rifiutato il vaccino per timore degli effetti che questo avrebbe potuto avere sul nascituro. A spaventare la donna le "storie dell’orrore" lette sui forum di gravidanza online, per lei più convincenti del parere degli esperti sanitari che consigliano alle donne incinte di vaccinarsi contro Covid-19. “Una donna ha detto di aver fatto il vaccino e che il suo bambino è nato morto la settimana dopo. Ovviamente potrebbero esserci state altre ragioni per questo, e potrebbero non essere stato causato dal vaccino, ma mi ha spaventato e mi ha dissuaso”. Leeming ora si chiede: “Non so se avrebbe fatto la differenza o meno. Avevo dei pensieri a riguardo. E se lo avessi fatto? Lei sarebbe ancora qui oggi? E se fosse colpa mia? Ma la mia ostetrica mi ha detto che non posso permettermi di pensare così. Avrei potuto ancora contrarre Covid-19 dopo la vaccinazione, o peggio, se l'avessi avuto e fosse comunque successo qualcosa, avrei dato al colpa al vaccino”.

Dopo la morte della bambina, Katie Leeming ha detto di aver attraversato tutte le fasi del dolore. "Sono passata dal sentirmi completamente insensibile, al sentire come se nulla fosse successo e aspettarmi ancora di sentire i movimento della bambina, come se fossi ancora incinta di lei, fino ad avere il cuore completamente spezzato per quello che è successo. Sono devastata".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Muore a 9 giorni con il Covid, la madre non si pente di non essersi vaccinata

Today è in caricamento