rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Le immagini / Panamá

Ambientalisti bloccano la strada: 77enne scende dall’auto con una pistola, spara e gli uccide

È successo sull'autostrada Panamense dove da tre settimane si protesta contro un contratto per la gestione della più grande miniera di rame della regione

Un anziano ha sparato a due ambientalisti che avevano bloccato un'autostrada insieme ad altri manifestanti. È accaduto a Panama, dove un americano è stato arrestato dopo aver ucciso a colpi di arma da fuoco due delle persone che avevano fermato la sua automobile come quella di altri guidatori di passaggio sull'arteria dell'America centrale. Il gesto è stato ripreso dalle telecamere che hanno mostrato immagini inquietanti. Dai filmati si vede un uomo con i capelli grigi e gli occhiali che si avvicina al blocco sull'autostrada Panamericana.

Dapprima l'anziano si limita ad agitare il dito mentre discute con i manifestanti, poi estrae una pistola e apre il fuoco. Dalle immagini successive si vedono persone in piedi attorno ai corpi sulla strada nel settore Chame a ovest di Panama City. Infine la scena in cui l'uomo armato viene ammanettato e condotto in un'auto della polizia. Successivamente le forze dell'ordine hanno condiviso una foto del sospettato ammanettato a un tubo.

L'anziano è stato identificato come Kenneth Darlington, 77 anni, avvocato e professore con doppia cittadinanza negli Stati Uniti e a Panama, secondo quanto riporta il quotidiano locale Newsroom Panama e l'agenzia di stampa France Presse. L'agenzia di stampa francese ha rivelato che uno dei manifestanti colpiti è morto sul posto mentre il secondo è stato dichiarato morto in un ospedale locale. I manifestanti si trovavano sull'autostrada per partecipare alla terza settimana di proteste contro un grosso contratto minerario che consente alla First Quantum Minerals, con sede in Canada, di gestire la più grande miniera di rame della regione per almeno altri 20 anni.

Finora i blocchi stradali hanno causato perdite giornaliere fino a 80 milioni di dollari alle imprese che lavorano nell'area. Le scuole sono state chiuse a livello nazionale per più di una settimana. Il presidente di Panama Laurentino Cortizo ha inviato le sue condoglianze alle famiglie dei manifestanti morti, affermando che un simile crimine "non ha posto" nella società solidale della sua nazione. Non si tratta della prima vittima in questo contesto. I media panamensi hanno riferito che la scorsa settimana un manifestante è stato investito e ucciso da uno straniero che tentava di oltrepassare un posto di blocco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ambientalisti bloccano la strada: 77enne scende dall’auto con una pistola, spara e gli uccide

Today è in caricamento