Giovedì, 17 Giugno 2021
Il caso / Regno Unito

Perché dopo la Brexit il Regno Unito non riesce a espellere i migranti

Con il divorzio dall’Ue per Londra non si applica più il regolamento di Dublino e quindi cade la regola del Paese di primo ingresso in Europa che deve farsi carico della domanda d’asilo: gli Stati Ue non li riprendono

Foto Ansa EPA/ANDY RAIN

Con l'uscita dall’Unione europea, Londra non riesce più ad espellere i migranti che sono sbarcati sulle sue coste. Dopo la Brexit, infatti, per il Regno Unito non è più in vigore l'accordo di Dublino, che obbliga i Paesi di primo ingresso a farsi carico delle pratiche di asilo dei richiedenti protezione internazionale: ora se un migrante raggiunge le coste britanniche non può più essere rimandato in Grecia, Italia, Francia o Spagna.

Dei 1503 migranti che quest'anno sono arrivati nel Regno Unito (in gran parte su piccole imbarcazioni o nascosti all'interno di camion attraverso la Manica) e che si sono visti negare l’asilo, nessuno di loro finora è stato riportato in Paesi sicuri. Il ministero degli Interni - guidato da Priti Patel, lei stessa figlia di rifugiati - aveva rafforzato le regole post-Brexit per far sì che i migranti la cui richiesta veniva respinta potessero essere rimpatriati in uno qualsiasi dei Paesi Ue considerati sicuri dove si potesse dimostrare che erano passati e dove avrebbero dovuto chiedere asilo. "Ma non essendo più valide per Londra le regole di Dublino alle richieste britanniche di riprendersi i migranti gli Stati europei stanno rispondendo picche", spiega EuropaToday.

Nel frattempo il numero dei migranti sbarcati nel Regno Unito attraverso la Manica con piccole imbarcazioni è più che raddoppiato rispetto all’anno scorso: più di 4500 persone rispetto alle circa 1750 dello stesso periodo dell'anno precedente. Per Alp Mehmet, presidente di Migration Watch UK, "l'assenza di rimpatri di coloro che sono venuti qui illegalmente da paesi sicuri dall'inizio dell'anno sottolinea l'incapacità del governo di riprendere il controllo dei nostri confini che avevano promesso". Secondo Mehmet "sul controllo dell'immigrazione i britannici sono stati ingannati". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perché dopo la Brexit il Regno Unito non riesce a espellere i migranti

Today è in caricamento