rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Scenario apocalittico / Ucraina

L'Ucraina rasa al suolo dai russi: le immagini satellitari

La cittadina mineraria di Soledar, nel Donetsk, mostrata nelle foto scattate da Maxar tecnologies. Un paesaggio devastato dalle bombe, mentre la battaglia infuria ancora

Voragini di ogni dimensione, palazzine e case distrutte. La cittadina completamente rasa al suolo è quella di Soledar, in Ucraina, nella zona dove da giorni infuria la battaglia tra le forze armate ucraine e quelle russe. A mostrare lo scenario apocalittico della cittadina mineraria nel Donetsk sono le immagini satellitari scattate da Maxar tecnologies. Gli scatti mostrano la città nell'agosto 2022 e la situazione adesso con palazzi completamente distrutti, crateri prodotti da missili in un paesaggio devastato.

Nel frattempo la battaglia continua a mietere vittime. Secondo a la vice ministra della Difesa del governo di Kiev, Hanna Mailar, "le forze russe stanno subendo ingenti perdite nel tentativo di conquistare la città orientale ucraina. Gli accessi alla città sono disseminati di corpi di militari delle truppe di Putin uccisi", ha dichiarato, parlando di scontri "feroci" e di soldati ucraini che "combattono disperatamente", ma che mostrano "eroismo e massima resilienza".

Ucraina, le immagini satellitari di Soledar rasa al suolo (Foto Ansa)

A Soledar ci sono ancora civili

Intanto a Soledar ci sarebbero ancora 500 civili, come confermato da Pavlo Kyrylenko, capo dell'amministrazione militare regionale di Donetsk: "Al momento lì ci sono 523 persone, la maggior parte di età superiore ai 50 anni. Non ci risultano informazioni sulla presenza di bambini. Non sarebbe corretto se dicessi che non vogliono andarsene ora. Stiamo facendo del nostro meglio per aiutare le persone a lasciare il posto", ha affermato, parlando però di un'operazione di evacuazione "semplicemente irrealistica" al momento. Tali operazioni riprenderanno "quando saprò che è possibile arrivarci con mezzi speciali e ripartire da lì".

"La città non è stata conquistata dai russi"

Secondo Kiev la città non è ancora stata conquistata, ma si continua a combattere. Anche le autorità statunitensi non dispongono di dati che confermino che la città ucraina di Soledar, a pochi chilometri da Bakhmut, sia completamente sotto il controllo delle forze russe. A dichiararlo è stato il segretario alla Difesa degli Stati Uniti, Lloyd Austin, spiegando che sono in corso "scontri in evoluzione nell'area" e parlando di un "contesto molto fluido" con "combattimenti davvero violenti", che "non consentono di confermare le notizie" in arrivo.

Allo stesso modo, il segretario alla Difesa ha assicurato che il suo dipartimento è "concentrato sul fare tutto il possibile per aiutare a garantire che gli ucraini abbiano le capacità necessarie a riuscire "negli sforzi a difesa del loro territorio sovrano". "Ci hanno sentito dire più e più volte che sosterremo l'Ucraina per tutto il tempo necessario, e da tutto quello che posso vedere da parte dei nostri alleati e partner, anche loro pensano la stessa cosa".

Il gruppo di mercenari Wagner aveva confermato martedì che la città ucraina di Soledar era stata conquistata dopo diversi giorni di intensi scontri, dopo il precedente annuncio del leader dell'autoproclamata Repubblica popolare di Donetsk, Denis Pushilin. Ieri però l'esercito ucraino ha negato che Soledar fosse completamente sotto il controllo russo.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Ucraina rasa al suolo dai russi: le immagini satellitari

Today è in caricamento