rotate-mobile
Giovedì, 18 Aprile 2024
Il paradosso

Così il governo sovranista "sceglie" la Cina per le auto di Stato

In dotazione a palazzo Chigi arriveranno in comodato d'uso otto auto ad alimentazione ibrida. Sono mezzi Volvo, storica casa automobilistica svedese controllata dal gruppo cinese Gelly

Non sappiamo se nel governo sia di casa l'ironia. Di certo ce ne vuole abbastanza per fare fronte alle costanti contraddizioni che la realtà mette di fronte alla maggioranza. Così, dopo aver sentito per mesi ministri e sottosegretari scagliarsi contro lo strapotere di Pechino nel campo delle nuove tecnologie legate all'automotive, si assisterà, nei prossimi mesi, al paradosso di vedere ministri "sovranisti" a bordo di auto formalmente cinesi. 

BANDO_auto_ibride_cinesi

Si, perché la Volvo è stata l'unica casa a rispondere a un avviso pubblico per la fornitura gratuita di auto ibride al governo italiano. La storica casa svedese è dal 2010 formalmente di proprietà del gruppo cinese Gelly che controlla oggi anche la tedesca Mercedes. La Volvo fornirà, in comodato gratuito, otto vetture per due anni, dopo averi risposto all'Avviso pubblico dal Dipartimento per i Servizi strumentali della Presidenza del Consiglio. Le auto saranno ad alimentazione benzina-elettrico e serviranno a rinnovare il parco auto e puntare sulla sostenibilità ambientale. 

Con l'auto cinese avremo il fornelletto accanto al volante e un drone come copilota

Le condizioni per aggiudicarsi l'appalto erano molto stringenti: la casa automobilistica vincitrice doveva provvedere anche alle spese per l'assicurazione, per il pedaggio e per il carburante. Tra i requisiti essenziali: "la consegna nel minor tempo e un periodo di comodato di maggiore durata". 

La Volvo ha vinto la gara proponendo otto Xc40 B3 Mild Hybrid (Automatico allestimento Plus/Core) che dovrebbero arrivare entro 90 giorni e restare in comodato d'uso per oltre 24 mesi. Piccole spese sostenute a fronte di un grande ritorno di immagine che si basa anche sulla forza di una contraddizione. Le auto elettriche e ibride "cinesi" convengono anche a chi le critica quotidianamente. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Today è in caricamento