Mercoledì, 3 Marzo 2021

"Il Parlamento? Forse in futuro non sarà più necessario, ormai c'è la Rete"

Davide Casaleggio dà un'altra spallata alla democrazia rappresentativa: "Grazie alla tecnologia esistono strumenti più efficaci"

Davide Casaleggio

Il Parlamento? Forse prima o poi non sarà più necessario. Parola di  Davide Casaleggio che in un’intervista a 'La Verità' lancia l'ennesima bordata contro la democrazia rappresentativa. "Oggi grazie alla Rete e alle tecnologie, esistono strumenti di partecipazione decisamente più democratici ed efficaci in termini di rappresentatività popolare di qualunque modello di governo novecentesco" dice Casaleggio, aggiungendo che ormai "il superamento della democrazia rappresentativa è inevitabile"

Il Parlamento, "con il suo primitivo e più alto compito: garantire che il volere dei cittadini venga tradotto in atti concreti e coerenti" per ora non è messo in discussione. Però, sottolinea l'imprenditore e attivista dei 5 Stelle, "tra qualche lustro è possibile che non sarà più necessario nemmeno in questa forma".

La democrazia diretta? "Grazie a Rosseau è gia realtà"

E' solo questione di tempo. Anche perchè, sottolinea, c’è una democrazia diretta che "è già una realtà grazie a Rousseau che per il momento è adottato dal M5s ma potrebbe essere adottato in molti altri ambiti. Uno vale uno non significa ‘uno vale l’altro’. Uno vale uno è il fondamento della democrazia partecipativa. I grandi cambiamenti sociali possono avvenire solo coinvolgendo tutti attraverso la partecipazione in prima persona e non per delega".

"Non servono baroni ma persone competenti"

Secondo Casaleggio "non servono baroni dell’intellighenzia che ci dicono cosa fare, ma persone competenti nei vari ambiti che ci chiedano verso quali obiettivi vogliamo andare e che propongano un percorso per raggiungerli. L’incompetenza è spesso la scusa per non far partecipare le persone alle scelte importanti che le riguardano".

Referendum per ratificare i trattati internazionali

Quanto alla Ue, dice che è "certamente una risorsa preziosa ma servono maggiori strumenti di partecipazione. Un esempio potrebbe essere la introduzione del referendum popolare obbligatorio per la ratifica dei trattati internazionali". Casaleggio infine bolla come "anacronistico" il tetto del 3% nel rapporto tra deficit e Pil e rileva che "l’Italia è un paese sicuro. Credo che come in ogni cosa della vita si debbano evitare gli estremismi".

Proteste dal Pd: "Così viene smantellata la democrazia"

Sugli scudi il Pd che parla di "autoritarismo" e di frasi che umiliano il Parlamento. "L'ereditiero n.1 in fondo è coerente: capo di un'associazione privata che già umilia il Parlamento, costringendo centinaia di deputati e senatori a versargli un obolo, annuncia il prossimo smantellamento della democrazia parlamentare", scrive su Twitter Andrea Romano. Duro anche il commento di Matteo Orfini: "Secondo Casaleggio la democrazia rappresentativa è ormai superata e il Parlamento sarà presto inutile, questione di qualche anno. Prima capiamo tutti che tra l'autoritarismo del m5s e quello della Lega non c'è alcuna differenza, meglio sarà per la sinistra italiana".




 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Il Parlamento? Forse in futuro non sarà più necessario, ormai c'è la Rete"

Today è in caricamento