Martedì, 13 Aprile 2021

Governo, Giorgia Meloni vede già la crisi: "Le europee saranno uno spartiacque"

La leader di Fdi: "I nodi sono venuti al pettine, non vedo alternative alle elezioni anticipate"

Foto Ansa

In che modo si evolveranno le tensioni tra Lega e M5s? In un’intervista rilasciata oggi al Corriere della Sera, Giorgia Meloni ha fatto capire che a suo giudizio il legame tra le due forze politiche è ormai logoro, anche perché "nonostante la crescita elettorale, è proprio la Lega ad aver finora rinunciato di più". Secondo la leader di Fdi le elezioni europee saranno uno "spartiacque fondamentale, certo perché i nodi sono venuti al pettine. Nel contratto tra Lega e M5S c'era scritto tutto e il contrario, prima o poi qualcuno avrebbe dovuto cedere. E nonostante lacrescita elettorale, è proprio la Lega ad aver finora rinunciato di più".

Meloni elenca: "dalla fatturazione elettronica alle sanzioni alla Russia, dall'ecotassa al blocco sulla Tav, dal reddito di cittadinanza al nulla concesso alle famiglie e perfino ai provvedimenti troppi timidi sulla legittima difesa, Salvini troppo spesso ha dovuto subire il M5S". Insomma, la leader di Fdi fa notare che i provvedimenti più importanti dell’esecutivo sono targati M5s, e in questo sembra dare ragione a Di Maio.

In particolare "la contraddizione tra il suo successo personale [di Salvini] e la scarsa incisività sulle scelte del governo sta venendo a galla. E non credo che né Matteo né soprattutto l'Italia possano perdere altro tempo". Di conseguenza, dopo le europee dunque ci dovrebbero essere le elezioni politiche? "Sì, non vedo altre soluzioni: né improbabili governi tecnici né altrettanto improbabili alleanze tra M5S e Pd. Il voto è la via maestra".

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Governo, Giorgia Meloni vede già la crisi: "Le europee saranno uno spartiacque"

Today è in caricamento