Martedì, 23 Luglio 2024
La nuova tornata elettorale

Elezioni comunali 2023: quello che c'è da sapere e la guida al voto città per città

Le elezioni amministrative del 14 e 15 maggio coinvolgeranno oltre 700 comuni da Nord a Sud. La nostra guida con tutte le informazioni utili su candidati, modalità di voto e comunità coinvolte

Le elezioni comunali del 14 e 15 maggio 2023 coinvolgeranno oltre 6 milioni gli italiani. Sono 17 i capoluoghi di provincia chiamati a rinnovare sindaci e consiglio comunale il prossimo 14 e 15 maggio 2023. Un appuntamento che costituisce sicuramente uno snodo e un test anche per la politica nazionale, ma che, da Nord a Sud potrebbe camnbiare anche il colore politico di molte amministrazioni locali. Sono sette le città chiamate al voto che superano i 100mila abitanti: Ancona, Catania, Brescia, Latina, Siracusa, Terni e Vicenza.

Gli ultimi sondaggi e i favoriti 

Catania , una delle tornate elettorali più attese, il centrodestra è dato in vantaggio dagli ultimi sondaggi, ma in caso di ballotaggio la sfida potrebbe riaprirsi. 

Particolarmente attesa è il risultato di Ancona dove la sfida tra coalizione di centrodestra e centrosinistra si prefigura in bilico dopo la fine del mandato dell'ex sindaco PD Valeria Mancinelli. I sondaggi non fanno certo dormire sonno tranquilli a Ida Simonelli, candidata di centrosinistra e sembrano indicare un ballotaggio con Daniele Silvetti, ex vice-coordinatore regionale di Forza Italia e candidato della coalizione di centrodestra dagli esiti incerti. La città adriatica è considerata da sempre un feudo della sinistra, ma sul voto pesa anche il mancato accordo con i 5stelle che potrebbe influire sul risultato del voto. 

In netto vantaggio, almeno secondo i primi sondaggi, il centrodestra a Terni con il candidato Orlando Maselli in netto vantaggio sul centro-sinistra e sulla lista "Alternativa Popolare" dell'imprenditore Stefano Bandecchi. 

Centrodestra favorito anche a Brescia dove un sondaggio commissionato dal Giornale di Brescia indica che i cittadini promuovono a pieni voti l'amministrazione uscente di centrosinistra.  

Una netta vittoria del centrosinistra sembra invece profilarsi a Pisa, dove il Pd dovrebbe attestarsi sul 30% dei consensi. 

Quando si vota e le eccezioni di Sicilia e Sardegna

Nei Comuni superiori a 15mila abitanti, se nessun sindaco ha ottenuto al primo turno il 50% più un voto, si torna alle urne per il ballottaggio. Anche in questo caso abbiamo una data: si svolgerà il weekend del 28 e del 29 maggio nella maggior parte dei comuni interessati. 

Nei comuni siciliani e sardi la data delle elezioni comunali slitterà però di due settimane: l'appuntamento è fissato nelle isole per il 28 e il 29 maggio. In caso di ballottaggio, in questo caso, la data designata è quella dell'11 e del 12 giugno. Fa eccezione anche il comune valdostano di Valtournenche, dove si vota domenica 21 maggio e il turno dell’eventuale ballottaggio è previsto per il 4 giugno.

Nella giornata di domenica si potrà votare dalle 7 alle 23, in quella di lunedì dalle 7 alle 15. Subito dopo le 15 di lunedì inizierà lo scrutinio.

Come sempre, per votare occorre presentarsi al proprio seggio con la tessera elettorale in corso di validità (con almeno uno spazio vuoto per il timbro) e un documento di riconoscimento con fotografia (carta d'identità, patente, passaporto, tesserino professionale). 

Le notizie e i candidati città per città 

Il Viminale ha diffuso a questo link l'elenco delle località interessate al voto in tutta Italia.

Sotto trovate tutte le informazioni su candidati, campagna elettorale e ultime notizie per singola città. Per scoprire le ultime notizie e aggiornamenti è sufficiente cliccare sul link del vostro comune. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni comunali 2023: quello che c'è da sapere e la guida al voto città per città
Today è in caricamento