rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Politica

Gentiloni rivendica il lavoro del governo Renzi: "Cancellarlo sarebbe un errore"

"Sulle riforme non abbiamo finito e non abbiamo scherzato", chiarisce il premier durante la conferenza stampa di fine anno. "Lavoro, Sud e giovani" sono le parole chiave del nuovo esecutivo. Ma la riforma elettorale preoccupa: Renzi e il Pd potrebbero anche chiedergli di lasciare

"Il governo proseguirà sulla strada delle riforme: non abbiamo finito e non abbiamo scherzato". Lo ha detto il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, nella conferenza stampa di fine anno, ribadendo che "cancellare o relegare nell'oblio il governo Renzi sarebbe un errore".

"Tutti devono essere consapevoli - ha aggiunto - che il percorso di riforme andrà avanti, per il tempo che avremo a disposizione. Ci sono capitoli da completare, altri su cui concentrare i nostri sforzi: lavoro ai giovani e Sud, non perchè poco si sia fatto, ma per la distanza tra gli sforzi fatti, per quanto intensi, e i risultati che dobbiamo raggiungere".

VOUCHER E JOBS ACT - Parlando di lavoro, Gentiloni ha detto che i voucher non sono "un virus che semina lavoro nero nella nostra società perché nascono esattamente all'opposto ovvero come tentativo di rispondere al lavoro nero", eppure "bisogna corregere gli abusi e lo faremo in tempi rapidi". Secondo il premier "qualcosa di evidentemente sbagliato si è visto, ma non possono essere trasformati nella madre di tutti i problemi e guai del nostro mercato del lavoro" e il Jobs Acts è "un'ottima riforma". "I nostri numeri di lavoro a tempo indeterminato e di riduzione della disoccupazione sono numeri che vanno nella direzione giusta ma ci dicono anche che c'è qualcosa che dobbiamo sviluppare e correggere e cambiare".

IL REBUS DELLA LEGGE ELETTORALE - Per quanto riguarda la legge elettorale, Gentiloni ribadisce: il governo cercherà di dare un contributo, per "accompagnare la discussione tra i partiti e in Parlamento". Ma in assenza di una riforma elettorale se glielo chiedessero Matteo Renzi e il Pd nonostante abbia detto che la sistemazione della legge elettorale è un punto decisivo della legislatura, Gentiloni si dimetterebbe? "Sono domande che dovrebbe rivolgere al segretario del Pd, che in questo momento non è in mezzo a noi... è in collegamento? Spero di no, che si stia riposando diversamente, almeno per qualche giorno", è stata la risposta del presidente del Consiglio. "Per quanto mi riguarda - ha aggiunto - io svolgo una funzione di servizio, come è normale per chi occupa questo incarico e in particolare per chi lo occupa sulla base di una crisi, non è che avete davanti a voi il trionfatore delle ultime elezioni. Quindi io svolgo questa funzione con tutte le capacità che posso mettere in campo e finchè avrò la fiducia del Parlamento".

Governo, in Parlamento il primo banco di prova per il neo premier Gentiloni

LOTTA AL DISAGIO SOCIALE - "Il governo nel 2017 - sottolinea il premier - farà del suo meglio per migliorare la situazione del Paese. Lo farà proseguendo le riforme che sono avviate, lo farà lavorando per ricucire le tante lacerazioni che minacciano il nostro tessuto sociale e la sua storica coesione sapendo che è un elemento fondamentale per il progresso del Paese". Il governo deve contrastare il "disagio sociale" combattendo "privilegi inaccettabili".

SICUREZZA - "L'Italia ha qualcosa di cui essere fiera del lavoro che è stato fatto in questi anni, sconfitta o non sconfitta al referendum". Prosegue Gentiloni, rivendicando i risultati del Governo Renzi. "Innanzitutto - ha spiegato - ha garantito un certo livello di sicurezza: ricordiamoci la discussione che abbiamo avuto alla vigilia del Giubileo; i controlli in piazza san Pietro, l'attenzione internazionale, la rivista di Daesh con la cupola in copertina, gli allarmi che ci sono stati". "Certo, la fortuna è fondamentale - ha riconosciuto Gentiloni - ma anche un grandissimo lavoro degli apparati, delle forze dell'ordine, dello Stato".

"L'Italia è riuscita a gestire grandiosi flussi migratori, spesso circondata da una fragorosa solitudine europea. L'ha fatto con equilibrio e umanità, anche se la questione è ancora aperta e sarà cruciale per il Governo nei prossimi mesi" ha aggiunto il presidente del Consiglio.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gentiloni rivendica il lavoro del governo Renzi: "Cancellarlo sarebbe un errore"

Today è in caricamento