Ambulanza, chi la ostacola in strada rischia una multa e anche il carcere

Ostacolare o impedire all'ambulanza di passare potrebbe comportare l'iscrizione nel registro degli indagati per lesioni colpose. Attenzione anche a dove si lasciano in sosta le autovetture: un parcheggio selvaggio fa scattare il reato di violenza privata

Ambulanza nel traffico, foto di archivio Ansa

Ambulanze bloccate nel traffico, non dovrebbe ma purtroppo succede. Eppure chi non libera la strada al sopraggiungere di un mezzo di soccorso a sirene spiegate e lampeggianti blu rischia di beccarsi una multa il cui importo va da euro 87 a euro 345. Inoltre si rischia di incorrere anche nel reato di interruzione di pubblico servizio, secondo l'art. 340 del Codice penale e la pena è la reclusione fino a un anno.

Non solo: ostacolare o impedire all'ambulanza di passare potrebbe comportare l'iscrizione nel registro degli indagati per lesioni colpose - quant'anche nei casi più estremi per omicidio colposo - se la condotta dei conducenti ritardando i soccorsi, arreca danno a persone.

Attenzione dunque anche a dove si lasciano in sosta le autovetture: i magistrati della Cassazione hanno più volte esplicitato che un parcheggio selvaggio che impedisce il passaggio di un altro veicolo è idoneo a far scattare il reato di "Violenza privata".

Soffermandosi sul codice della strada è infine bene notare come vi si esplicita come ci si debba comportare di fronte a un'ambulanza che procede a sirene spiegate.

Chiunque si trovi sulla strada percorsa dai veicoli predetti oppure sulle strade adiacenti in prossimità degli sbocchi sulla prima, appena udito il segnale acustico supplementare di allarme, avrà l'obbligo di lasciare libero il passo e, se necessario, di fermarsi.

Molto spesso inoltre si vedono autoveicoli che si accodano ai mezzi di soccorso, avvantaggiandosi dell'occasione per evitare il traffico. Un comportamento non solo pericoloso e da stigmatizzare, ma che comporta inoltre una sanzione amministrativa da 42 a 173 euro.

Fonte: StudioCataldi.it →

Potrebbe interessarti

Più letti della settimana

Torna su
Today è in caricamento