rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024

Melania Rea, i legali di Parolisi: "È stressato e depresso"

Dura la replica del fratello della vittima, Michele Rea, intervistato da Giallo: "Salvatore piange? Sapesse quante lacrime sono state versate per colpa sua"

"E' stressato e depresso" e soffre sopratutto per la mancanza di sua figlia che non vede da cinque anni. Salvatore Parolisi, l'ex caporal maggiore condannato a 20 anni di carcere per l'omicidio della moglie Melania Rea, viene descritto dai propri legali come un uomo affetto da "forte stress psicologico".

"Durante i colloqui psicologici l’esternazione di tale stato di disagio ha assunto nei momenti di maggior prostrazione anche la forma del pianto", si legge nell'istanza presentata al tribunale e pubblicata per la prima volta da Giallo.

Parolisi avrebbe presentato un'istanza al Tribunale di Napoli per chiedere di poter vedere la figlioletta. I legali di Parolisi, inoltre, avrebbero chiesto un ulteriore sconto di pena, "facendo leva sulle cosiddette 'attenuanti generiche' della giovane età, incensuratezza pregressa ed altre".

Dura la reazione della famiglia di Melania. Michele Rea, fratello della vittima, dice a Giallo: "Salvatore Parolisi piange perché non può vedere sua figlia? Sapesse quante lacrime sono state versate per colpa sua". La decisione del Tribunale è attesa per il prossimo 13 giugno.

Fonte: Giallo →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Melania Rea, i legali di Parolisi: "È stressato e depresso"

Today è in caricamento