rotate-mobile
Lunedì, 6 Febbraio 2023

Dopo 36 anni riabbraccia suo nipote: li aveva separati la dittatura militare

Anni di impegno alla ricerca dei bambini che la dittatura argentina sottrasse ai genitori degli oppositori politici. Finalmente arriva il suo turno: anche Estela, nonna di Plaza de Mayo ha trovato suo nipote

Si chiama Ignacio Hurban, ha 36 anni ed è un musicista. Da ieri è il 114° nipote ritrovato dalle "Abuelas de Plaza de Mayo", l'associazione delle nonne argentine che cercano quei neonati che, all'epoca della dittatura militare, vennero tolti alle madri e dati in adozione all'estero e ad altre famiglie.

Ignacio in realtà si chiama Guido Carlotto ed è il nipote della presidente dell'associazione, Estela De Carlotto. E' nato nel 1978 nel lager "La Cacha" a Rio de la Plata. La madre, Laura, figlia di Estela, era un'oppositrice politica e lo ha partorito a soli 23 anni. Si trovava nel campo di concentramento perché dirigente della Juventud Peronista e venne sequestrata insieme al suo compagno, padre di Ignacio-Guido, quando era incinta di appena due mesi.

I militari la torturarono ma attesero che il bimbo nascesse prima di assassinarla. Alla fine del 1978 il corpo di Laura venne restituito alla famiglia ma del figlio Guido i parenti non seppero più nulla. Il bambino venne dato in affidamento come orfano a una famiglia di Olavarria, un piccolo comune nella provincia di Buenos Aires. Dopo tutti questi anni di lontananza Estela adesso è davvero felice e commossa
 

Ormai pensavo che sarei morta senza poterlo riabbracciare


Ignacio Hurban (Guido Carlotto) si è sottoposto volontariamente alla prova del Dna per sapere se i suoi geni fossero compatibili con alcuni di quelli delle famiglie che cercano i nipoti rubati dai militari. "Non ci sono più dubbi, è lui", ha twittato ieri sera un emozionatissimo Massimo Carlotto, lo scrittore italiano parente di Estela.

Fonte: Clarìn.com →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo 36 anni riabbraccia suo nipote: li aveva separati la dittatura militare

Today è in caricamento