rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Sport

Qualificazioni Mondiali 2014, Argentina a fatica. Colombia show

Uruguay e Paraguay deludono contro Ecuador e Venezuela. Falcao e compagni battono il Cile che finisce in 9

Un'Argentina deludente, con un Messi spento, ha strappato con grande fatica un pareggio (1-1) al Perù, ma riesce a rimanere in testa alla classifica nella zona sudamericana per le qualificazioni ai mondiali. Tra i risultati delle altre partite di ieri nel gruppo, spicca anche la goleada (3-1) fuori casa della Colombia al Cile. Negli altri due incontri della giornata, Uruguay ed Ecuador hanno pareggiato 1-1, mentre ad Asuncion il Venezuela ha battuto 2-0 il Paraguay, sempre più fanalino di coda del girone. Nella partita giocata allo stadio 'Nacional' di Lima, la 'Seleccion' del capitano Messi ha avuto una serata nera. Il super-attacco di Leo e compagnia (Ezequiel Lavezzi, Gonzalo Higuain, Angel Di Maria) è apparso di fatto solo al 36', al momento della rete segnata da Higuain, dopo un bel passaggio di Lavezzi.

A segnare il gol peruviano era stato un quarto d'ora prima Carlos Zambrano. Messi si è di fatto esibito in un unico guizzo, nell'ultimo minuto, mentre la difesa biancoceleste ha sempre tentennato. A tratti è stata un colabrodo di fronte al pressing dei peruviani. Per la squadra del ct Alejandro Sabella, che ora è a 14 punti, il pareggio rappresenta un miracolo, visto che durante i 90' ha sofferto un Perù (7 punti) falloso, ma molto più aggressivo e ben schierato in campo. La nazionale del momento in Sudamerica è la Colombia, che dopo la vittoria di ieri e la goleada (4-0) rifilata la scorsa settimana all'Uruguay, è al secondo posto in classifica, con 13 punti, insieme all'Ecuador. Il Cile era partito bene, con una rete di Matias Fernandez al 2', ma poi i colombiani hanno preso il controllo della partita e sono andati tre volte in rete, con James Rodriguez (58'), Radamel Falcao (73') e Teofilo Gutierrez (76').

L'incontro si è concluso con due espulsioni, il cileno Gary Medel (al 35') e il colombiano Abel Aguilar (all'84'). Periodo nero invece per l'Uruguay di Edinson Cavani, Luis Suarez e Diego Forlan. A salvare la 'Celestè da una brutta sconfitta al 'Centenariò di Montevideo è stato Cavani. Felipe Caincedo al 7' aveva portato in vantaggio l'Ecuador, che al 62' non si è visto assegnare un rigore che poteva chiudere la partita. Con un bel gol di sinistro al 67', Cavani è però riuscito a regalare il pareggio alla nazionale del 'Maestrò Tabarez, il quale ha poi ammesso il "cattivo momento" della sua squadra, che rimane inchiodata a quota 11 punti. Gli stessi punti del Venezuela, che grazie a due reti di Josè Roldon (alla fine del primo tempo e al 68') ha affondato il Paraguay. Con appena 4 punti, la nazionale di Asuncion rimane così ultima in classifica insieme alla Bolivia, che ieri non ha giocato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Qualificazioni Mondiali 2014, Argentina a fatica. Colombia show

Today è in caricamento