Venerdì, 7 Maggio 2021
Serie A

Juventus, Pirlo adesso rischia l'esonero: i nomi dei possibili sostituti

Il tecnico è finito sul banco degli imputati dopo il clamoroso ko interno con il Benevento

Foto Ansa

Una sconfitta che, probabilmente, mette fine alle speranze scudetto.  È stato un clamoroso ko quello incassato nella giornata di ieri, domenica 21 marzo, dalla Juventus: i bianconeri sono stati infatti superati per 0-1 all'Allianz Stadium dal Benevento, restando così a -10 dall'Inter capolista, rimasta ferma in questo weekend a causa dei diversi casi Covid registrati all'interno del gruppo squadra. Uno scivolone che fa seguito alla precoce eliminazione dalla Champions League dei bianconeri, fatti fuori agli ottavi di finale da un modesto Porto. Un ruolino di marcia allarmante, che adesso mette in bilico il futuro di Andrea Pirlo sulla panchina della Vecchia Signora.

Pirlo, futuro in bilico: obbligatoria la qualificazione in Champions 

Il destino del tecnico è legato indissolubilmente ai risultati che la Juventus coglierà in questo segmento finale di stagione, nel quale i bianconeri saranno impegnati anche nella finale di Coppa Italia contro l'Atalanta. Imprescindibile, per la dirigenza, la conquista di un posto tra le prime quattro, così da ottenere la qualificazione alla prossima edizione della Champions League. In caso di mancato approdo alla massima competizione europea, devastante sia a livello di immagine sia, soprattutto, per le finanze del club, la società sarebbe pronta a dare il benservito a Pirlo, puntando su un nuovo nome per la stagione 2021/2022.

Juventus, idea Zidane per la panchina

Il nome in cima alla lista dei desideri della dirigenza juventina sarebbe quello di Zinedine Zidane, attualmente alla guida del Real Madrid. Il francese conosce bene l'ambiente bianconero per aver indossato la maglia della Vecchia Signora per cinque stagioni dal 1996 al 2001 e potrebbe lasciare i blancos a giugno. Zizou, tuttavia, sarebbe tra i maggiori papabili per prendere il posto di Didier Deschamps sulla panchina della Nazionale Francese al termine dei prossimi campionati europei, in programma quest'estate.

Il sogno Guardiola e il ritorno di Allegri, due piste difficilmente percorribili

Vecchio sogno di Agnelli è poi Pep Guardiola, che però difficilmente lascerà il Manchester City. Altamente improbabile anche un ritorno di Massimiliano Allegri, che buona parte dei tifosi bianconeri riaccoglierebbe a braccia aperte dopo i successi degli anni scorsi. Quel che è certo, comunque, è che la Juventus, in caso di allontanamento di Pirlo, non potrà permettersi una nuova scommessa come quella che ha portato l'ex centrocampista alla guida della squadra durante la scorsa estate, puntando, al contrario, su un nome che sia sinonimo di garanzia. Perché come ha dichiarato il ds Paratici dopo il ko con il Benevento, a Torino "non esistono anni di transizione".

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Juventus, Pirlo adesso rischia l'esonero: i nomi dei possibili sostituti

Today è in caricamento