Domenica, 19 Settembre 2021
L'estate dei roghi

"Gli incendi per oltre il 70% sono colpa nostra"

Quanto incide il cambiamento climatico nei roghi che sempre più intensamente stanno devastando vaste aree verdi dell'Italia e del Pianeta? Secondo il ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani solo in minima parte

"Il 57,4% degli incendi sono dolosi, dove si vedono punti di innesco, e hanno effetti devastanti. Il 13,7% non è intenzionale, e quindi sono colposi per mancanza di cultura. Siamo già oltre il 70% di incendi che è responsabilità nostra e che incide su un sistema predisposto" dal punto di vista climatico; "meno del 2% sono di origine naturale". Così il ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani in Aula alla Camera nell'informativa sugli incendi. "Siamo più vulnerabili - osserva - e poi c'è un problema di manutenzione e di cultura. La manutenzione è fondamentale". 

"C'è un quadro abbastanza chiaro: negli incendi che stanno devastando non solo l'Italia ma anche la Grecia, per esempio, ci sono situazioni molto simili e sono senza alcun tipo di ambiguità colpa dei cambiamenti clima e di fenomeni antropici" spiega ancora il ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani. "Il terreno è più secco e i venti sono più caldi, le scintille vengono trasportate in alto e appiccano direttamente la chioma - spiega - e "l'autocombustione non avviene da sola a 45 gradi ma a temperature più alte".

"Nell'estate 2021 sono triplicati i grandi incendi"

Un dato però fa riflettere: secondo i dati del sistema d'emergenza europeo Effis nell'estate del 2021 si sta registrando un aumento del 203 per cento di eventi estremi rispetto alla media storica del periodo 2008-2020 con danni per milioni di euro all'ambiente, all'economia, al lavoro e al turismo. Una situazione angosciante che l'Italia è costretta ad affrontare perché se da una parte 6 roghi su 10 sono di origine dolosa, dall'altra per effetto della chiusura delle aziende agricole, la maggioranza dei boschi nazionali si trova senza la presenza di un agricoltore che possa gestirli in un Paese come l'Italia dove più di un terzo della superficie, per un totale di 11,4 milioni di ettari, è coperta da boschi con quasi 1 su 3 (32%) che in Italia fa parte di aree protette.

La Grecia brucia, gli incendi minacciano Atene: case distrutte e migliaia di sfollati 

È morto Angelo, il cane pastore simbolo degli incendi in Sardegna 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Gli incendi per oltre il 70% sono colpa nostra"

Today è in caricamento