Mercoledì, 29 Settembre 2021
CAMORRA / Napoli

Torre Annunziata, catturato il nipote del boss Gionta: era in una botola

L'uomo, ritenuto l'attuate reggente del potente clan egemone nella città vesuviana, era nascosto in un nascondiglio nel muro. Scoperto dai carabinieri, si è arreso senza opporre resistenza

TORRE ANNUNZIATA (NAPOLI) - Valentino Gionta, nipote dello storico capoclan dell'omonimo gruppo camorristico, è stato catturato dai carabinieri all'alba di questa mattina.  L'uomo, ritenuto dagli inquirenti, l'attuate reggente del potente clan egemone nella città vesuviana, era nascosto in una botola.

Gionta era latitante dal giugno scorso, quando era sfuggito alla cattura durante l'esecuzione di una misura cautelare in carcere per associazione per delinquere di tipo mafioso, estorsione, armi e altri reati.

I militari del gruppo di Torre Annunziata l'hanno trovato in un appartamento del rione Provolera, nascosto in una botola ricavata appositamente nelle pareti e trasformata in nascondiglio. Circondato dalle forze dell'ordine, il latitante si è arreso senza opporre resistenza. (da Napoli Today)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torre Annunziata, catturato il nipote del boss Gionta: era in una botola

Today è in caricamento