rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Città Savona

Maltempo, crolla parte di un viadotto in autostrada

Crollo di una porzione di viadotto sull'autostrada A6 Torino-Savona, nel tratto savonese in direzione nord all'altezza del chilometro 122 nella zona di Altare

Paura in autostrada. Si è verificato un crollo di una porzione di viadotto sull'autostrada A6 Torino-Savona, nel tratto savonese in direzione nord all'altezza del chilometro 122 nella zona di Altare all'altezza della Madonna del Monte. Sul posto i soccorritori. Squadre di vigili del fuoco al lavoro a lungo per le verifiche: fortunatamente nessun veicolo sarebbe rimasto coinvolto. Il crollo sarebbe stato causato da una grossa frana.

Autostrada A6, crolla parte del viadotto

Non si attenua l'ondata di maltempo che sta flagellando il Nord-ovest dell'Italia, in special modo Liguria e Piemonte. Al momento sull'area interessata si trovano 3 squadre dei vigili del fuoco, 118 e polizia stradale. 

Crollata una porzione di circa 30 metri del viadotto

"E crollata una porzione di circa 30 metri del viadotto della autostrada A6 Torino Savona, a circa 1,5 chilometri da Savona, all'altezza dell'abitato di Madonna del Monte. Al momento non si può confermare né smentire se ci fossero auto in transito al momento del crollo". E' quanto comunicato dalla Regione Liguria in merito al crollo avvenuto nel primo pomeriggio su un viadotto dell'autostrada A6 nel tratto savonese all'altezza della Madonna del Monte. "Partito da Genova un elicottero del servizio 118 per perlustrare la zona - si legge in una nota - In base a una prima analisi, ancora tutta da confermare, potrebbe esserci una connessione tra l'accaduto e una frana che si era riversata parzialmente sul viadotto. Il presidente Toti e l'assessore Giampedrone sono già in Prefettura a Savona per seguire gli sviluppi degli accertamenti".

Maltempo, è ancora allerta rossa in Piemonte

Sono ore molto difficili. E' ancora allerta rossa in Piemonte per l'ondata di maltempo che da ore sta flagellando la regione. il Centro funzionale di Arpa Piemonte l'ha dichiarata per le Valli Orco, Lanzo, bassa Valsusa e Sangone, nel torinese, Varaita, Tanaro, Belbo e Bormida, in cuneese, astigiano e alessandrino. Allerta arancione, invece, per tutte le altre zone. Il Po è in crescita e toccherà il livello di pericolo tra Carignano e Crescentino. Bormida e Belbo sono al di sopra della soglia di pericolo, ma il livello diminuirà durante la giornata. Sopra la soglia di pericolo anche il Tanaro a Montecastello e i torrenti Malone, Chisola e Cervo. Il lago Maggiore sta arrivando al livello di guardia.

Il centro abitato di Cardè, nel cuneese, è stato allagato dall'esondazione di alcuni rii minori. All'opera vigili del fuoco, forze dell'ordine e Protezione civile. A Moncalieri è stato bloccato il ponte Barauda. Numerose anche le strade provinciali chiuse al traffico a causa di frane e allagamenti Per quanto rigurda le previsioni, oggi sino previste ancora precipitazioni moderate diffuse con valori forti o molto forti su Pinerolese e Cuneese, ma da domani mattina e' prevista una graduale attenuazione dei fenomeni con esaurimento nel pomeriggio. La quota neve è in ulteriore aumento fino a 1800 m. Dall'inizio dell'evento alla Sala operativa della Protezione civile della Regione Piemonte sono giunte dal territorio circa 300 segnalazioni.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltempo, crolla parte di un viadotto in autostrada

Today è in caricamento