Mercoledì, 23 Giugno 2021
Città Brescia

Festa in casa dopo il coprifuoco, i vicini chiamano i carabinieri

Troppi rumori e così hanno chiamato le forze dell'ordine, che sono arrivate nell’appartamento, trovando un party che non si sarebbe potuta fare per le norme anti Covid

Foto di repertorio

Ci sono gli allentamenti e il coprifuoco è slittato dalle 22 alle 23, tuttavia restano ferme tutte le regole base per la prevenzione del contagio da coronavirus, tra cui mascherine, divieto di assembramenti e no categorico a feste al chiuso. Come quello che è successo in un appartamento del centro storico di Brescia, dove, nella serata tra sabato e domenica era stato organizzato un party.

Infatti, come riporta anche BresciaToday, era ormai passata la mezzanotte quando i vicini di casa dell’appartamento in questione hanno sentito rumori molesti provenire dalla casa vicino. Rumori che anche in tempo di pace avrebbero richiamato l’attenzione degli inquilini del palazzo. Ancor di più oggi, quando le feste sono ancora tassativamente vietate.

Così sono arrivati i carabinieri, che hanno trovato un gruppo di ragazzi intenti a divertirsi fra alcol e musica in una vera e propria festa in casa. I militari hanno messo fine alla serata , staccando a tutti una multa di 400 euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa in casa dopo il coprifuoco, i vicini chiamano i carabinieri

Today è in caricamento