rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022
Omicidi / Perugia

Omicidio Alessandro Polizzi: condannati Riccardo e Valerio Menenti

Il tribunale di Perugia ha condannato all'ergastolo e a 27 anni di reclusione le due persone, padre e figlio, accusate di aver ucciso il giovane la notte del 26 marzo 2013 mentre dormiva in un appartamento alla periferia della città con la fidanzata, la ex del suo assassino

PERUGIA - Ergastolo per Riccardo Menenti e 27 anni per Valerio Menenti. Padre e figlio (nella foto in fondo) sono stati condannati per l'omicidio di Alessandro Polizzi. L'accusa aveva chiesto due condanne all'ergastolo per entrambi gli imputati. Le difese avevano invece chiesto l'assoluzione da tutte le accuse per Valerio Menenti, e l'assoluzione per tentato omicidio e la riqualificazione da volontario a preterintenzionale per Riccardo Menenti. 

Si chiude qui il primo grado del processo per la morte di Alessandro Polizzi, il giovane ucciso la notte del 26 marzo 2013 in un appartamento di Perugia in cui stava dormendo con la fidanzata. Riccardo Menenti ha sempre sostenuto di non avere avuto intenti omicidi ma di avere voluto dare una lezione a quel giovane che aveva mandato all'ospedale tre volte suo figlio. Oggi, il primo epilogo. Per i giudici di Perugia sono stati padre e figlio a uccidere Alessandro.

i due imputati-2

Tutti gli aggiornamenti su Perugia Today

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Alessandro Polizzi: condannati Riccardo e Valerio Menenti

Today è in caricamento