rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Il giallo / Rovigo

"Mamma sta male": 32enne trovata in casa dai figli con un proiettile in testa

Sembrava vittima di un malore o di una caduta, poi in ospedale la scoperta della ferita da arma da fuoco. A ritrovare la donna riversa sul pavimento della cucina sono stati i figli di 11 e 8 anni

Morta la 32enne trovata in casa dai figli con un proiettile in testa

È morta la donna di 32 anni trovata nel pomeriggio di ieri 28 marzo priva di sensi nella sua abitazione di Ariano Polesine. Era ricoverata in gravi condizioni dopo che la tac aveva evidenziato nel suo cranio un corpo compatibile con un proiettile, ma non è ancora chiaro cosa possa essere accaduto nell'abitazione, che si trova in piena campagna, in una posizione isolata a pochi passi dall'argine del Po di Goro.

I carabinieri, coordinati dalla Procura, hanno lavorato fino a notte fonda per effettuare i rilievi e raccogliere elementi utili per quello che fino ad ora appare come un vero e proprio giallo.

A ritrovare la donna riversa sul pavimento della cucina sono stati i figli di 11 e 8 anni. In quel momento era assente da casa il marito, successivamente rintracciato.

La chiamata al 118 sarebbe stata effettuata intorno alle 16:00 da un vicino di casa avvertito dai figli della donna, per quello che sembrava un malore. Solo i successivi accertamenti all’ospedale hanno permesso di scoprire che la giovane aveva un proiettile conficcato in testa, ma sul posto non è stata trovata alcuna arma.

La casa teatro del giallo in via Fine, una strada che si allontana dal centro abitato di Ariano nel Polesine, dove poche sono le case abitate.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Mamma sta male": 32enne trovata in casa dai figli con un proiettile in testa

Today è in caricamento