Sabato, 17 Aprile 2021
Roma

Torvaianica, Maria Corazza è stata uccisa a coltellate e poi bruciata

Dall'autopsia la risposta al giallo dei cadaveri trovati carbonizzati in auto. Il corpo della 46enne di Pomezia era stato trovato all'interno di una Ford Fiesta bruciata. Accanto a lei Domenico Raco, un 39enne calabrese

Una immagine di Maria Corazza tratta dal suo profilo Facebook (FOTO ANSA)

Maria Corazza, la 46enne di Pomezia trovata carbonizzata all'interno della Ford Fiesta bruciata a Torvaianica venerdì 14 giugno, è morta per una coltellata al cuore. È quanto emerso dall'esame autoptico effettuato questa mattina all'istituto di medicina legale di Tor Vergata.

La coltellata, inferta verosimilmente con la lama trovata all'interno dell'utilitaria della vittima, le ha spaccato il torace uccidendola sul colpo: nei polmoni, infatti, non sono state trovate tracce di monossido di carbonio.

È il tassello che mancava agli inquirenti per chiudere il cerchio sul giallo e confermare l'ipotesi di omicidio suicidio inizialmente avanzata dai carabinieri titolari delle indagini.

Torvaianica, dall'autopsia la risposta al giallo dell'auto bruciata

Domenico Raco, il 39enne calabrese trovato carbonizzato con lei all'interno dell'auto e morto per le esalazioni di monossido di carbonio, avrebbe ucciso la donna con il coltello trovato sul posto prima di gettarsi nelle fiamme.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torvaianica, Maria Corazza è stata uccisa a coltellate e poi bruciata

Today è in caricamento