Giovedì, 4 Marzo 2021

Alessandro Sallusti è positivo al coronavirus

Il direttore del Giornale dice di essere asintomatico

"Purtroppo sono risultato positivo al tampone. Per fortuna sono totalmente asintomatico e sto benissimo ringraziando Dio. Ho fatto il tampone non perché stessi male, ma in quanto lunedì avevo un impegno ed era presumibile farlo": lo dice oggi all'Adnkronos il direttore de  Il Giornale Alessandro Sallusti, rivelando la sua positività al coronavirus.

Alessandro Sallusti positivo al coronavirus

Anche Massimo Giannini, direttore della Stampa, è risultato positivo al coronavirus e si è ammalato di Covid-19: ha affrontato un lungo ricovero di cui ha raccontato sul quotidiano. "Esco dal tunnel - aveva scritto - dopo tre settimane esatte di buio. Sono ancora positivo, ma dopo 21 giorni di Covid e almeno tre senza più sintomi posso proseguire la quarantena a domicilio. C'è un drammatico bisogno di posti letto, per ricoverare i tanti, troppi pazienti gravi che arrivano in continuazione". 

Intanto il governo Draghi ragiona attorno all'ipotesi di lockdown totale dopo l'uscita di Ricciardi e in attesa della presa di posizione del ministro Speranza. Ma c'è chi non concorda: "Abbiamo una situazione epidemiologica di stallo, in cui i numeri si stanno mantenendo costanti. Questo può essere letto in modo positivo da una parte e negativo dall'altro, perché è partita anche la campagna vaccinale e fare le immunizzazioni mentre il virus circola aumenta la capacità delle varianti di resistere. E' quindi obbligatoria una cautela, ma ridiscutere oggi di fare o meno un lockdown nazionale non serve a nulla, come non serve minacciarlo. Il Paese ha fatto un scelta che è quella di convivere con il virus", sottolinea all'Adnkronos Salute Massimo Andreoni, direttore scientifico della Simit (Società italiana di malattie infettive e tropicali) e primario di Infettivologia al Policlinico Tor Vergata di Roma. "Il lockdown generale può servire - spiega l'esperto - se uno pensa di poter abbassare il numero dei contagi a un centinaio. Chiudi per diverse settimane con l'obiettivo di anticipare il virus, ma l'Italia ha scelto di contenere i contagi con il sistema dell'algoritmo e dei 'colori' delle Regioni. L'unica vera obiezione che in questo momento ha una logica rispetto alla scelta fatta di un contenimento, invece che di una chiusura totale, è che stiamo vaccinando. Questa è la novità rispetto alla prima" ondata di "marzo-aprile e su questo si potrebbe ragionare, ma senza minacciare ciclicamente il lockdown".

Cosa farà Draghi sull'ipotesi di lockdown totale

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alessandro Sallusti è positivo al coronavirus

Today è in caricamento