rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Maltempo

La tempesta Xaver fa tremare l'Europa: morti e disagi

Morti, danni e disagi: la tempesta "Xaver", partita mercoledì sera dal Regno Unito, ha colpito via via Svezia, Danimarca, Olanda, Germania, Belgio ed Est Europa

ROMA - Con un quarto decesso in Polonia è salito a undici il numero delle vittime della tempesta "Xaver" che, partita mercoledì sera dal Regno Unito, ha colpito via via Svezia, Danimarca, Olanda, Germania e Belgio fino ad investire in pieno nelle ultime ore il Paese est europeo.

L'ultima vittima polacca, secondo i media locali, è un uomo di 53 anni, risucchiato da una raffica di vento da un balcone nella regione della Bassa Slesia. Ieri nel nord della Polonia il crollo di un albero aveva provocato la morte dei tre occupanti di un'auto. In Polonia, dove circa 400mila case sono rimaste senza elettricità, si contano anche 53 feriti.

Questa notte centinaia di automobilisti sono rimasti bloccati dalla neve lungo diverse strade, fino a questo momento senza conseguenze.

Le altre vittime di "Xaver" si contano in Svezia dove un uomo ha perso la vita sotto un albero sradicato, mentre un'anziana donna è stata ritrovata morta assiderata nella neve davanti la sua casa. Nelle acque del Mar Baltico, due marinai filippini risultano dispersi da oltre 48 ore e i soccorsi disperano ormai di salvarli.

La tempesta Xaver si abbatte sull'Europa del Nord

Altre due persone, un camionista e un uomo in sedia a rotelle, hanno perso la vita in Scozia e in Inghilterra. Ad uccidere un settantenne in Danimarca è stata invece una raffica di vento che ha spazzato via il suo furgoncino. Le previsioni più catastrofiche della tempesta sono state fortunatamente smentite, ma il bilancio dei danni e dei disagi è senz'altro grave per Regno Unito, Svezia, Danimarca, Olanda, Germania e Polonia.

Fra le città più colpite Amburgo, dove però "Xaver" non ha avuto le drammatiche conseguenze che molti avevano anticipato, paragonandola a quella del 1962. Diversi quartieri vicini al porto comunque sono stati inondati; l'alta marea ha raggiunto i 6,09 metri senza mettere seriamente alla prova le dighe costruite negli ultimi anni che possono contenere le acque fino a 7,50 metri. I trasporti aerei, marittimi e ferroviari hanno subito forti disagi in tutta l'area interessata. La situazione permane ancora complicata in Polonia ma è da ieri in via di normalizzazione negli altri Paesi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La tempesta Xaver fa tremare l'Europa: morti e disagi

Today è in caricamento