Sabato, 13 Luglio 2024
La sentenza / Milano

Violentate a Capodanno "su cocci di vetro" e "piene di sangue": altre due condanne

Hanno creato una "barriera umana", un "muro", agendo con la "forza intimidatrice del branco"

Dopo Abdallah Bouguedra, 22 anni, altri due ragazzi sono stati condannati per aver fatto parte del branco che nella notte di Capodanno del 2022 in piazza Duomo a Milano ha aggredito sessualmente delle ragazze. Al termine del processo con rito abbreviato che prevede un terzo di sconto della pena, il gup ha deciso di condannare a 4 anni e 10 mesi Mahmoud Ibrahim, di 19 anni, e a 3 anni e 10 mesi di reclusione Abdel Fatah, 20 anni. Il pm aveva chiesto 6 anni per Ibrahim, ora ai domiciliari, e 4 per Fatah, in carcere a Trento.

I tre ragazzi a processo per le violenze sessuali di gruppo commesse in piazza

Il giudice ha condiviso la ricostruzione della procura e ha ritenuto anche loro responsabili di violenza sessuale di gruppo, disponendo una provvisionale, oltre che di 10 mila euro per il comune, di 20 mila e 30 mila euro a due delle sei vittime, le sole che si sono costituite parte civile. Come ricostruito dal pm nella requisitoria i due imputati, assieme ad altri giovani, almeno una trentina, hanno creato una "barriera umana", un "muro", agendo con la "forza intimidatrice del branco". Le ragazze rimanevano "paralizzate, qualsiasi azione veniva loro impedita, erano senza via di fuga, senza scampo", cadevano a terra "sui cocci di vetro" e "piene di sangue subivano le violenze", con i giovani che "le lanciavano da una parte all'altra come oggetti, come se fossero borse o cellulari".

Continua a leggere su Today.it...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violentate a Capodanno "su cocci di vetro" e "piene di sangue": altre due condanne
Today è in caricamento