Domenica, 7 Marzo 2021
momento difficile

L’appello di Shalpy: “Sono indigente, per vivere farei anche il cameriere”

Il cantante ha spiegato di aver investito tutti i suoi risparmi per registrare il suo nuovo singolo e di trovarsi ora in grandi difficoltà

Shalpy (foto Instagram)

Shalpy ha lanciato un appello per rendere nota la difficile situazione economica in cui versa in questo momento dovuta alla situazione di crisi del mercato discografico. "Mi trovo in una situazione di estrema indigenza, come il 90% della gente che fa questo mestiere. Faccio parte di una fetta di persone che non sono calcolate né dallo Stato, né dall'immaginario collettivo. Si ha l'idea che l'artista campi d'aria", si è sfogato l’interprete di ‘Pregherò’ in un'intervista a Rolling Stone: "Non si capisce la concretezza e l'imprenditoria che sta dietro al sistema".

Il cantautore, 58 anni, ha spiegato di aver investito tutti i suoi risparmi nell'ultimo singolo prodotto, "Let It Snow", ma che la situazione di grave crisi provocata al mondo della musica dalla pandemia di Covid gli rende quasi impossibile andare avanti. “Chi ha deluso le aspettative è la concezione italiana che non esalta chi ha valore, ma la superficie o prende da esempio persone un po' più furbe e meno vere. Ma non sono più rabbioso, la rabbia l'ho messa da parte. Potrei vantarmi e dire che la mia canzone è andata in Grecia, a Glasgow e a Berlino, ma devo anche mangiare", ha commentato.

Shalpy in crisi economica: “Disposto a fare il cameriere”

Alla domanda se abbia provato a fare qualcosa per sbarcare il lunario, Shalpy ha replicato assicurando la sua disponibilità a ad accettare qualsiasi tipo di proposta, anche al di fuori del campo musicale: "Sarei anche disposto a fare il cameriere o qualsiasi altra cosa mi venisse proposta. Io sono molte cose, posso affrontare tanti ambiti lavorativi”, ha affermato: “Sto portando alla ribalta la mia storia, ma non sono il solo. E mi dispiace leggere i commenti dei leoni da tastiera che mi lasciano messaggi gratuiti. Io sto facendo un appello”.

Quando Shalpy annunciò il ritiro dalla musica

L’appello di Shalpy, pseudonimo di Giovanni Scialpi, arriva a qualche mese dall’annuncio di ritirarsi dalla musica: “Dopo un periodo di grande travaglio dovuto a numerose cause ho finalmente preso la decisione di ritirarmi dalla musica alla fine del 2020”, aveva fatto sapere sui social il cantante di Parma, che aveva raggiunto la sua massima popolarità negli anni Ottanta con brani come 'Cigarettes and Coffee' e 'Pregherei'.

Shalpy si ritira dalla musica: “La decisione dopo un periodo di grande travaglio”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’appello di Shalpy: “Sono indigente, per vivere farei anche il cameriere”

Today è in caricamento