Giovedì, 3 Dicembre 2020

“Raccontami di me”: le scelte di una vita viste con occhi inaspettati

Un cortometraggio, tre donne e un buon consiglio per vivere un futuro felice

Ma voi l’avete già visto il video delle tre donne nella caffetteria? se non lo avete ancora fatto, sarà proprio il caso di dargli un’occhiata perché, la domanda appena posta, ve la faranno in molti. È sulla bocca di tutti perché tratta un tema che tocca tutti, in un modo o nell’altro, e fa riflettere su ciò che siamo stati da giovani, su chi siamo oggi e su come vorremmo essere in futuro.

Vi chiederete di cosa parliamo, noi che lo abbiamo visto. Parliamo del cortometraggio “Raccontami di me”, interpretato dall'attrice nostrana Anna Foglietta. Un video che ha il potere di colpire e affascinare chi lo guarda, non solo per la bravura della protagonista e non solo per la storia che racconta, ma soprattutto per la lezione di vita che riesce a regalare. Un cortometraggio molto semplice, di una decina di minuti, con protagoniste tre donne che, ricevuto un misterioso biglietto che dà loro appuntamento in una caffetteria, si alternano al tavolino, davanti a un caffè, e parlano tra loro di sé stesse. Tre donne che hanno scelto di seguire ciò che quel biglietto consigliava loro di fare. Tre donne che ci danno una lezione precisa da ricordare, una di quelle che tornano utili per il presente e per il futuro e che riescono a far rivalutare alle tre donne, come a noi che le guardiamo, le scelte fatte in passato con occhi più consapevoli e meravigliati.

Allerta spoiler: ecco cosa mostra il video

Il video ci mostra una bella quarantenne entrare in caffetteria e guardarsi intorno un po’ spaesata, alla ricerca di qualcuno. Si legge in lei aspettativa, tensione e curiosità nell’osservare l’ambiente e nel dare un’ultima occhiata al biglietto tra le sue mani. Decide allora di sedersi e aspettare davanti a un caffè fumante. L’ingresso di una giovane ragazza attira la sua attenzione, i loro sguardi si incrociano stupefatti e noi, insieme a loro, scopriamo dalle loro parole che, in realtà, le due donne non sono altro che la stessa persona a vent’anni di distanza e che quella caffetteria è una sorta di luogo fuori dal tempo dove tutto, evidentemente, è possibile.

Nel raccontare alla sé stessa più giovane ciò che le riserva il futuro, la protagonista decide di darle un consiglio, per lei il più importante dei consigli: “Lotta per i tuoi sogni, non ti arrendere mai e...fatti consigliare bene!

Ma il video continua a sorprendere chi lo guarda, perché non appena la più giovane abbandona il locale, a varcarne la soglia è una signora anziana, che si dirige allo stesso tavolo e, lasciando di stucco la protagonista, le rivela di aver ricevuto un biglietto, un invito del tutto simile al suo. E ancora una volta la protagonista si ritrova a fissarsi negli occhi e a guardare sé stessa, solamente imbiancata dagli anni e dalle esperienze. La scena precedente quindi si ripete a parti invertite, perché ora è l’anziana a rivelare qualcosa sul futuro alla protagonista e, infine, a ringraziarla per aver avuto una vita bella e serena. La ringrazia per le scelte che ha fatto e che l’hanno resa una donna felice. Per tutta risposta, la protagonista le svela semplicemente: “Sono stata consigliata bene”.

Il segreto di una vita felice? Ascoltare i buoni consigli

Farsi consigliare bene, dunque: un fil rouge che diventa regola di vita e norma universale da seguire in ogni occasione, in ogni contesto, per indirizzare le proprio scelte e il proprio futuro nella giusta direzione, per tracciare la strada ottimale da percorrere e raggiungere la propria meta e i propri sogni, qualunque essi siano.

Il cortometraggio ci rivela, quindi, il segreto di una vita felice: ascoltare chi ne sa più di noi e approfittare del consiglio di questi per realizzare ciò che ci sta realmente a cuore. Questo il suggerimento che la protagonista dà a sé stessa più giovane, questo ciò che, guardandosi indietro, capisce essere stata la discrimine nella sua vita. Una vita bella e serena. Questo, in fondo, il consiglio che ciascuno di noi darebbe al sé stesso più giovane, per evitare errori e cadute della vita, per realizzare i propri sogni.

Un insegnamento importante quello di valutare le nostre scelte passate con occhi diversi, inaspettati, più consapevoli e farne tesoro per il futuro. Ma il video ci suggerisce anche altro, ci dice che non siamo soli in questo percorso, perché c’è qualcuno là fuori, estraneo a noi, a cui possiamo affidarci per ricevere un buon consiglio, magari decisivo.

La scelta è semplice e può cambiare la vita

Il video, nella sua circolarità, si apre con un misterioso biglietto destinato alle protagoniste, e si chiude con un altrettanto enigmatico rimando al sito ascoltabuoniconsigli.it, destinato a tutti noi. Solo allora scopriremo cosa nascondeva quel biglietto e in quale caffetteria o altro luogo fuori dal tempo siamo destinati a sederci per ascoltare dei buoni consigli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Raccontami di me”: le scelte di una vita viste con occhi inaspettati

Today è in caricamento