rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022

Da Harry Styles ad Ariete. Se i cantanti "aiutano" i ragazzi a fare coming out ai concerti

Alessia è sul palco, la mamma è nel pubblico. Alessia è in lacrime e, su quel palco, c'è salita con l'intento di fare finalmente coming out, grazie al sostegno della cantautrice Ariete, 20 anni, il cui nome è diventato simbolo della battaglia per i diritti lgbt tra gli adolescenti. La mamma di Alessia è, appunto, tra le prime file del pubblico, è qui perché ha accompagnato la figlia al concerto ma, a quanto dice la ragazzina, è (anche) tra le prime file degli omofobi, tanto da non aver mai accettato il suo orientamento sessuale. E tanto che la  stessa Ariete le si rivolge con un lungo, risoluto discorso d'invito ad aprire la sua mente: "Signora, lei si dovrebbe preoccupare se sua figlia facesse qualcosa di illegale, non certo se si dice omosessuale", la rimprovera. Il pubblico applaude e grida il nome di Alessia. La ragazza, col viso ancora pieno di commozione, abbraccia stretta la sua beniamina e la ringrazia, ribadendo di non aver mai trovato lo stesso coraggio prima d'ora. Poi scende le scale. "Viva le donne, viva Alessia, viva la vita", chiosa Ariete.

Nelle stesse ore, ma a migliaia di chilometri di distanza, Harry Styles, 28 anni, cantautore britannico da centinaia di milioni di stream su Spotify, sta "aiutando un ragazzo italiano a fare coming out", come si legge oggi nelle pagine di costume dei giornali italiani e come si legge nelle didascalie di quei video diventati virali su TikTok (centinaia di migliaia di visualizzazioni) in cui viene immortalata la scena. Siamo a Londra, al Wembley Stadium, che è tappa del Love on tour 2022 dell'ex leader degli One Direction, noto per aver sdoganato la moda gender fluid (sua la copertina di Vogue del 2020, in cui indossava quegli abiti da donna che tanto aveva fatto irretire Candace Owens, attivista conservatrice americana). Siamo a Londra, dicevamo, e un ragazzo del pubblico espone un cartello: "From Ono di Wembley, Harry help me to come out", ovvero: "Aiutami a fare coming out". Le telecamere dello stadio, 90mila posti, inquadrano il cartello, Harry imbraccia la bandiera arcobaleno e grida: "Quando questa bandiera andrà sopra la mia testa, tu avrai fatto ufficialmente coming out, ok?". E così, dopo aver accennato un passo di danza, il cantante alza la bandiera e grida: "Congratulazioni, ora sei un uomo libero". Sembra quasi un'investitura.

@officialukcharts Harry Styles helps an Italian fan come out as gay in London 🏳️‍🌈🏳️‍⚧️🌈 #HarryStyles #LoveOnTourLondon #LoveOnTour #Pride #Gay ♬ original sound - Official Charts

Nelle stesse modalità, ma circa un anno prima, una ragazza di Chicago aveva alzato lo stesso identico cartello durante un concerto dello stesso cantante. "Mia mamma è qui al concerto, si trova nel settore 201", si leggeva, "mi aiuti a fare coming out?". Un milione e mezzo di persone via social, e decine di migliaia sui maxischermi dello stadio, seguirono l'abbraccio a distanza della giovane spettatrice e della mamma Liza. E ancora, lo stesso identico cartello era apparso allo show a Manchester di Conan Gray. Ed anche a quello di Flatcher, a Dublino.

@lheibs LISA!!! #harrystyles #loveontour #hslot #hslotmilwaukee #loveontourmilwaukee #harrystylesvids #pride #comingout #LevisMusicProject ♬ original sound - laura

E poi c'è Madame. Madame che vola sempre un po' più in alto degli altri e che, in quest'epoca in cui la battaglia dei diritti lgbt è più mediatica e più spettacolarizzata che mai, cogliendo impreparati gli stessi genitori, si è detta bisessuale, "ma non ho bisogno di aderire a gruppi o movimenti". E il cui nome è associato, su TikTok, alla parola "confessionale". Sì perché, proprio in occasione dei suoi live, la rapper e cantautrice ferma la musica ed invita il pubblico a confessarsi ("Dopo che io vi ho deliberatamente raccontato i caz*i miei, vorrei sapere i caz*i vostri", è lo sprone). Uno spazio all'interno del quale le regole sono molto semplici: "Voi alzate la mano, io do la parola a qualcuno e gli altri fanno un silenzio tombale", dichiara dal palco. "E ovviamente, chiamandosi confessionale, si parla di cose per cui poi dobbiamo fare una preghierina dopo". Innumerevoli le confessioni, tutte votate all'amore libero: omosessuale, bisessuale, eterosessuale che sia, non importa. Libero. "Sono etero e ho fatto una threesome con due ragazze", urla un ragazzo. "Ascolto le tue canzoni mentre faccio sesso", grida un altro. E ancora: "Ho fatto sesso col capo", "Sono fidanzata ma amo il suo migliore amico". In prima fila, a guardare in disparte Francesca (questo il vero nome di Madame, ndr) e a riprendere col telefonino questo prologo di un futuro che non necessita più di lacrime né di bandiere, durante l'ultimo concerto di Roma, c'erano, orgogliosi e teneri, la mamma e il papà. 

Visita ginecologica, lo spot Netflix diventa un caso: "Denunciano omofobia dove non c'è"

@vettorelligretaa @sonolamadame TI AMO GRAZIE DI TUTTO 🤍#viral #foryou #neipertee #madame #concert ♬ suono originale - vettorelligreta

Si parla di
Sullo stesso argomento

Da Harry Styles ad Ariete. Se i cantanti "aiutano" i ragazzi a fare coming out ai concerti

Today è in caricamento