Venerdì, 23 Aprile 2021

Asia Argento dalla d'Urso, papà Dario: "Una cosa bruttissima"

Il regista commenta così l'ospitata della figlia a "Live - Non è la d'Urso", bersaglio di attacchi durissimi

Asia Argento in lacrime a 'Live - Non è la d'Urso'

Critiche e attacchi fino alle lacrime, è finito così l'uno contro tutti a 'Live - Non è la d'Urso' che mercoledì sera ha ospitato Asia Argento. La padrona di casa non ha terminato nemmeno l'intervista e il giorno dopo, sui social, puntuale lo sfogo dell'attrice: "Ieri sera per l'ennesima volta ho varcato la porta dell'odio e dell'ignoranza. Mi ha fatto male. Non pensavo che avrei reagito così. Dopo però sono stata inondata dall'amore del pubblico e degli amici".

A poche pre di distanza arriva anche il commento di Dario Argento, ospite dei Lunatici su Radio 2: "E' stata una bruttissima cosa. Io non l'ho vista, ero a prendere il David di Donatello, ma mi hanno raccontato cosa è accaduto. La d'Urso non si è comportata benissimo? Sì. E' stato brutto che l'hanno insultata, trattata male. Lei è una donna con una grande forza, un grande carattere, una persona bravissima. Io le voglio molto bene, insieme abbiamo fatto tanti film, abbiamo condiviso molte cose importanti". 

Il re dell'horror ha poi parlato della sua adolescenza, dei primi amori e del suo lavoro, svelando a tal proposito un dettaglio inedito: "Nei miei film la mano dell'accoltellatore è sempre la mia. E' una cosa che viene da lontano, dal mio primo film. C'era una persona che doveva interpretare l'assassino, ma il pugnale non lo portava bene, lo portava in modo maldestro. Allora ho detto che l'avrei fatto io, l'ho fatto bene e da quel momento in poi ho iniziato a farlo io e ho mantenuto questa cosa in tutti i miei film. In ogni mio film la mano che uccide è sempre la mia. E' una specie di firma". 

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Asia Argento dalla d'Urso, papà Dario: "Una cosa bruttissima"

Today è in caricamento