Giovedì, 13 Maggio 2021
La pandemia nel mondo / India

In India record mondiale di contagi, l'Sos dagli ospedali di Nuova Delhi: "Sta per finire l'ossigeno"

Oltre 330mila casi nelle ultime 24 ore. In molte città del Paese i forni crematori lavorano 24 ore su 24

Foto EPA/DIVYAKANT SOLANKI via ANSA

In India la pandemia è sempre più fuori controllo. Nel giorno in cui nel Paese è stato registrato un record mondiale di contagi - 332mila - è stata segnalata una grave carenza di ossigeno negli ospedali di Nuova Delhi. Venticinque pazienti in gravi condizioni sono morti nelle ultime 24 ore all'ospedale Sir Ganga Ram di Delhi che, in mattinata, ha lanciato un appello dichiarando di avere una scorta di ossigeno appena sufficiente per due ore e con 60 pazienti a rischio di vita. L'ossigeno è stato rifornito ma il direttore dell'ospedale ha raccontato che è stata effettuata la ventilazione manuale per garantire la sopravvivenza dei pazienti.

La situazione sarebbe critica anche in altre strutture sanitarie. Giovedì il vice ministro capo di Delhi, Manish Sisodia, ha scritto  al ministro della salute per avvertirlo che le scorte in sei ospedali privati ??erano completamente esaurite. Sisodia ha accusato la polizia e gli alti funzionari dell'Uttar Pradesh e dell'Haryana di aver bloccato le petroliere che trasportavano ossigeno e di aver ritardato così i rifornimenti.

Il primo ministro Narendra Modi ha indetto diverse riunioni per esaminare la difficile situazione mentre la Corte Suprema indiana ha definito la crisi della sanità pubblica un'emergenza nazionale e ha ordinato al governo di preparare un piano.

I forni crematori in molte città dell'India tra cui Nuova Delhi, lavorano 24 ore su 24 per far fronte al crescente numero di morti per Covid-19. Le famiglie disperate aspettano ore per poter cremare i loro parenti defunti.

L'India ha registrato un aumento record dei nuovi casi di coronavirus, un'impennata allarmante che secondo molti potrebbe essere stata causata da una variante "doppia mutante" molto contagiosa. Secondo i dati del Ministero della salute indiano si sono superati i 330.000 contagi in 24 ore, numero mai raggiunto in un giorno da un paese dall'inizio della pandemia. 

La maggior parte delle nuove infezioni riguarda lo Stato del Maharashtra dove è stata individuata la cosiddetta variante indiana, identificata come B.1.617, che presenta due mutazioni (E484Q e L425R). Scoperta per la prima volta a ottobre, la B.1.617 è studiata anche nel Regno Unito, dove risulta presenta in circa l'uno per cento dei campioni sequenziati.

Ma al di là del ruolo delle varianti il sospetto più fondato è che le misure restrittive non siano state adeguate. Nel Paese sono infatti permesse tutte le attività pur con la raccomandazione per le persone fragili e gli over 65 di rimanere a casa. 

Covid, in India record di contagi e pandemia fuori controllo: video

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

(Video Askanews)

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In India record mondiale di contagi, l'Sos dagli ospedali di Nuova Delhi: "Sta per finire l'ossigeno"

Today è in caricamento