Mercoledì, 4 Agosto 2021
Mondo Stati Uniti d'America

La morte di Prince è un mistero: troppi i punti oscuri

La rockstar trovata senza vita in ascensore: solo sei giorni fa il ricovero per overdose. Tanti, troppi i punti oscuri sulla vicenda. Intanto si aspetta l'esito dell'autopsia

Prince nel film Purple Rain

STATI UNITI - E' giallo sulla morte di Prince. La popstar scomparsa all'età di 57 anni è stata trovata senza vita in ascensore, nella sua abitazione di Minneapolis, in circostanze ancora misteriose. La polizia ha aperto un'inchiesta sul decesso e ora si attendono i risultati dell'autopsia. 

IL RICOVERO - Icona del pop anni '80, una settimana fa Prince era finito in ospedale per un'overdose di oppiacei. La notizia, che i media attribuiscono a "diverse fonti", fa riferimento all'atterraggio d'emergenza che il jet privato del cantante aveva fatto a Moline, nell'Illinois, proprio venerdì scorso, dopo un concerto ad Atlanta. 

ERA SOLO INFLUENZA? - Allora fu ufficialmente comunicato che il motivo dell'atterraggio era stato un ricovero per una banale influenza. Aspetto che già allora era sembrato strano, anche perché l'aereo era a soli 48 minuti dalla meta quando fu fatto atterrare. Secondo la ricostruzione della stampa, Prince fu portato d'urgenza in ospedale e lì fu sommistrata una "siringa salvavita", cioè la tipica azione che s'intraprende per controbilanciare gli effetti di un oppiaceo. 

LE DIMISSIONI - Altre fonti hanno detto che i medici avevano consigliato a Prince di restare in ospedale per 24 ore, ma in mancanza di una stanza privata nel nosocomio, la star avrebbe deciso di rischiare e andar via solo tre ore dopo. Quando era stato dimesso, infatti, "non stava bene". Sarà l'autopsia nelle prossime ore a stabilire con chiarezza quali sono le cause del decesso, per ora restano una serie di fatti e circostanze che fra le pieghe potrebbero nascondere la verità sulla morte.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La morte di Prince è un mistero: troppi i punti oscuri

Today è in caricamento