rotate-mobile
Sabato, 20 Aprile 2024
venezuela / Venezuela

Hugo Chavez, corsa contro il tempo per l'insediamento

Il presidente rieletto del Venezuela dovrebbe insediarsi il 10 gennaio durante una cerimonia a Caracas. Ma una sua partecipazione appare, ora come ora, molto difficile

Il vicepresidente del Venezuela, Nicolas Maduro, ha confermato che il presidente Hugo Chavez sta proseguendo la riabilitazione dopo l'intervento chirurgico a cui è stato sottoposto a Cuba qualche settimana fa per una recidivia del cancro.

Maduro, che è stato designato da Chavez stesso come suo successore, ha annunciato ai venezuelani che il presidente "sta camminando, continua le terapie, è un normale processo di riabilitazione".

In realtà Chavez sta tentando una corsa contro il tempo per l'insediamento a Caracas, in programma il prossimo 10 gennaio. Gli stessi alleati di Hugo Chavez stanno incominciando a considerare la possibilità che il presidente rieletto non possa aver recuperato per quel giorno. L'opposizione è partita all'attacco, sottolineando che posticipare l'insediamento sarebbe un segnale di come Chavez non sia più nelle condizioni di governare.

Di fatto, oggi come oggi, l'amministrazione di gran parte dell'economia del Venezuela è nelle mani del vicepresidente Nicolas Maduro. Chavez aveva firmato al riguardo un decreto  lo scorso 9 dicembre, tre giorni prima della sua operazione a Cuba, ma è stato reso noto solo oggi con un bollettino ufficiale pubblicato a Caracas.

Maduro potrà prendere decisioni sulla politica creditizia, anche al di là di quanto fissato dalla finanziaria di Caracas, dopo aver ottenuto - precisa il decreto - il via libera del Parlamento. Il vicepresidente inoltre potrà presentare dei decreti per spostare risorse finanziarie da un ministero all'altro,e anche a decretare espropri, nominare i rappresentati dei consigli di amministrazione degli enti governativi. Nicolás Maduro è uno dei dirigenti bolivariani più vicini da sempre a Hugo Chávez. Ex autista di autobus a Caracas ed ex sindacalista è stato per sei anni e mezzo il ministro degli esteri della Rivoluzione bolivariana.

La Costituzione stabilisce che l'insediamento deve celebrarsi dinanzi all'Assemblea nazionale o in casi eccezionali alla Corte suprema di giustizia. Il paese dovrà invece essere richiamato al voto entro 30 giorni se il presidente eletto è assolutamente impossibilitato ad assumere il potere: in caso di morte, rinuncia, destituzione o incapacità fisica o mentale permanente certificata da una commissione medica nominata dal Tribunale di giustizia. Segmenti delle opposizioni insistono sull'eventualità che un mancato passaggio di Chavez all'Assemblea possa automaticamente riaprire il percorso elettorale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hugo Chavez, corsa contro il tempo per l'insediamento

Today è in caricamento