Giovedì, 18 Luglio 2024
Famiglie omogenitoriali

Alessandra Mussolini: "Quello che è successo a Padova è indegno di un Paese civile"

L'eurodeputata di Forza Italia si scaglia contro l’impugnazione da parte della procura di Padova di 33 atti di nascita di famiglie omogenitoriali

Contro una legge che non consente ai bambini di essere figli di due mamme insorge anche Alessandra Mussolini. In un post sui social l’eurodeputata di Forza Italia ha mostrato tutto il suo disappunto per l’impugnazione da parte della procura di Padova di 33 atti di nascita di famiglie omogenitoriali.

''Contro la legge essere figli di due mamme'': la decisione che spacca la politica e fa insorgere le associazioni LGBT

La sua posizione 'rivista' sul tema, che la pone in netta controtendenza con la linea di governo, la aveva espressa più volte anche in tv. La nipote di Benito Mussolini ad aprile del 2021 si era schierata a favore del ddl Zan, il disegno di legge che prevede l’inasprimento delle pene per i crimi e le discriminazioni contro omosessuali, transessuali, donne e disabili.

La destra vieta per legge il riconoscimento dei figli delle coppie gay

"Quello che è successo a Padova è indegno di un Paese civile", ha tuonato la Mussolini, parlando di una "bomba" fatta esplodere in una famiglia "che va a colpire solo i bambini". Così "si tenta di spezzare una catena di affetti consolidata". Moltissimi i commenti del tipo: "Nella vita si può sempre cambiare. Importante in meglio".

Continua a leggere su Today.it...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alessandra Mussolini: "Quello che è successo a Padova è indegno di un Paese civile"
Today è in caricamento