rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Partito democratico

Bersani attacca: "Sulla riforma discussione vera in Parlamento"

Il segretario del Pd interviene alla direzione nazionale: "No a un partito con cento voci". Fornero: "No a dl ridotto a polpette". Fassina: "Le leggi le fa il Parlamento, non il Governo"

Il Pd "non è contro la riforma del regime dei licenziamenti e degli ammortizzatori sociali" ma chiede "una discussione vera in Parlamento". E' quanto spiega il segretario del Partito democratico Pier Luigi Bersani nel suo intervento alla direzione del partito.

Nessuno strappo con il Governo - La conferma della linea arriva dal capogruppo al Senato Anna Finocchiaro che così riassume la linea del partito emersa dalla relazione del segretario: "Nessuno strappo con il Governo. Ribadiamo la nostra scelta della fiducia al Governo per salvare l'Italia dal disastro". Ma il Pd non vuole rinunciare "ad affermare la nostra forza e quella del Parlamento".

"No al partito delle cento voci" - Bersani parla di necessità di "discutere in parlamento" ma al tempo stesso di "abbassare i toni" chiedendo "alle forze parlamentari di riflettere sui punti controversi della riforma". Quanto alle questioni interne, il segretario spiega ai suoi che il Pd "fisserà un opportuno presidio sul lavoro, un tavolo con gruppi parlamentari e partito per seguire la riforma e tenere le relazioni con i soggetti sociali. Chiedo a tutti di stare a questo metodo". E qui l'avvertimento: "Nelle prossime settimane non servono proposte estemporanee. No a un partito con cento voci".

A rispondere al ministro Elsa Fornero che ha espresso la speranza che "i partiti capiscano: modifiche se ne possono fare, ma il Governo non accetterà che questo disegno di legge sia ridotto in polpette" è il responsabile economico del Pd, Stefano Fassina, che a La Telefonata di Maurizio Belpietro ha ribadito come l'Italia sia ancora "Repubblica parlamentare, dove le leggi le fa il Parlamento e non il governo. Credo che Fornero si debba rassegnare a quelle che saranno le scelte del Parlamento". Quanto a future mobilitazioni al fianco della Cgil, Fassina è chiaro: "Il partito valuterà. Per quanto mi riguarda, se ci saranno mobilitazioni sul punto specifico che anche noi vogliamo affrontare, parteciperò".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bersani attacca: "Sulla riforma discussione vera in Parlamento"

Today è in caricamento