rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
Politica

Referendum, parla Bersani: "Se Renzi perde niente dimissioni ma nuovo governo"

L'ex leader del Partito democratico consiglia al premier di non "drammatizzare" il voto referendario e chiede la modifica della legge elettorale. "Vogliono solo buttarmi giù", replica Renzi

"Se vince il No al referendum, Matteo Renzi non deve dimettersi. Semmai farà un altro governo". Parola di Pier Luigi Bersani. L'ex leader del Pd consiglia al premier di "non drammatizzare" il voto referendario e suggerisce al governo di presentare una norma che modifichi l'Italicum per evitare di andare contro "un muro" o finire in un "burrone".

LO SFOGO CONTRO RENZI - "Se passa l'idea di lasciare l'elezione indiretta dei senatori che alimenta con forza l'antipolitica - spiega Bersani a La Repubblica - e resta l'Italicum così com'è, poi nel 2018 ci giocheremo un pezzo grande della democrazia italiana". Per l'ex segretario del Pd, la nuova legge elettorale favorirebbe la "destra", grazie anche a temi caldi come l'immigrazione, crisi economica e fisco che non si abbassa. Ecco spiegato lo sfogo contro Renzi: "Si comporta da irresponsabile, così finiamo nel burrone". "Come fa a non capire che ci schiantiamo? C'è l'Ungheria, la Repubblica Ceca. Ancora Trump e tutto il resto. Quando nel 1994 arrivò Berlusconi, chi lo sospettava?".

"VOGLIONO SOLO BUTTARMI GIU'" - In un'intervista a Il Foglio, Matteo Renzi risponde così: "Chi guida la coalizione che vota No al referendum costituzionale lo fa perché non è interessato al merito, ed è interessato solo alla persona del presidente del Consiglio. Sono loro che personalizzano, non io".

"Il No ha tante facce, perché dire oggi No alla riforma delle riforme è l'ultima occasione per difendere il fortino. Sia a destra sia a sinistra in molti hanno proposto riforme persino più audaci della nostra. Oggi invece quelle stesse persone gridano allo scandalo", ha osservato Renzi. "Le opposizioni - ha concluso il premier - hanno un obiettivo nobile dal loro punto di vista: buttare giù il governo. Io ne ho uno un pochino più nobile: tirare su l'Italia. Loro hanno un disegno chiaro, che io rispetto, ma che non condivido. Io dico loro: provate pure a buttarmi giù, ma fatelo quando ci saranno le elezioni politiche, non fatelo oggi che si vota su una riforma storica, che non è la riforma che può rafforzare Renzi o il Pd, ma è la riforma che può cambiare l'Italia: è come un treno che passa una volta e la seconda non ricapita più".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Referendum, parla Bersani: "Se Renzi perde niente dimissioni ma nuovo governo"

Today è in caricamento