rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
la nuova legge

Il Decreto Rave è legge: la Camera approva grazie alla "Ghigliottina"

Il presidente della Camera dei Deputati è stato costretto ad applicare la "ghigliottina" per assicurare la conversione in legge del decreto sui rave party. Mattarella ha firmato e promulgato la legge

La Camera dei Deputati ha approvato il Decreto Rave con 183 voti favorevoli, 116 contrari e una sola astensione. Il dl sui rave doveva essere approvato entro la mezzanotte del 30 dicembre per poter essere convertito in legge: per questo motivo il presidente della Camera dei Deputati Lorenzo Fontana ha applicato la "ghigliottina", velocizzando l'iter parlamentare. Quando Fontana ha spiegato i motivi del ricorso alla ghigliottina le opposizioni hanno rumorosamente protestato. Dopo la votazione e l'approvazione del decreto la maggioranza ha invece esultato applaudendo, al netto delle assenze: sono stati infatti circa 50 gli assenti - tra cui anche quelli giustificati a farlo - tra i banchi delle forze che sostengono il governo. Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha firmato e promulgato: ora il decreto sui rave party è legge.

Che cosa è la ghigliottina

"Considerato che tutte le fasi del procedimento si sono svolte e tutti i gruppi hanno pronunciato una dichiarazione di voto mi vedo costretto nell'esercizio delle mie responsabilità a porre immediatamente in votazione il decreto legge al fine di assicurare che la conversione avvenga nei tempi costituzionali". Il presidente della Camera Lorenzo Fontana ha annunciato così l'applicazione della ghigliottina. 

La "ghigliottina" è un espediente previsto dal regolamento della Camera per cui la presidenza può decidere di porre in votazione un decreto legge nell'imminenza della scadenza anche se non se ne è ancora esaurito l'esame ordinario: è la seconda volta ad accadere nella storia repubblicana. La prima (e finora unica) "ghigliottina" la mise Laura Boldrini, allora presidente della Camera, il 29 gennaio 2014 sul decreto legge Imu-Bankitalia. 

Cosa c'è nel Decreto Rave: non solo raduni non autorizzati

Il Decreto Rave approvato dalla Camera introduce nel codice penale il reato di "Rave party", con pene da tre a sei anni di reclusione e la multa da euro 1.000 a euro 10.000 per "chiunque organizza o promuove l'invasione arbitraria di terreni o edifici altrui, pubblici o privati, al fine di realizzare un raduno musicale o avente altro scopo di intrattenimento", quando dall'invasione "deriva un concreto pericolo per la salute pubblica o per l'incolumità pubblica a causa della inosservanza delle norme in materia di sostanze stupefacenti ovvero in materia di sicurezza o di igiene degli spettacoli e delle manifestazioni pubbliche di intrattenimento, anche in ragione del numero dei partecipanti ovvero dello Stato dei luoghi".

Il governo dice "No" alle sanzioni per i raduni neo fascisti

In più, è prevista la confisca "delle cose che servirono o furono destinate a commettere il reato" e "delle cose che ne sono il prodotto o il profitto". Il Decreto Rave non ha soltanto previsioni solo per i raduni non autorizzati. Il decreto autorizza anche il reintegro anticipato degli operatori sanitari non in regola con le vaccinazioni contro il Covid. La precedente legge prevedeva il reintegro a fine 2022, col decreto questa data è stata anticipata. Il dl sospende fino al 30 giugno 2023 le sanzioni per i non vaccinati. 

Ci sono poi le nuove norme sull'ergastolo ostativo. Si prevede che ai benefici penitenziari sono ammessi i condannati per reati contro la Pubblica amministrazione anche se non hanno collaborato con la giustizia. Si prevede anche l'innalzamento della durata del periodo di pena da espiare per l'accesso alla liberazione condizionale e l'allungamento della durata della libertà vigilata (dieci anni, anziché cinque) in caso di condanna all'ergastolo. Ha ottenuto il via libera un emendamento del Terzo polo, col voto favorevole del governo, che porta alla cancellazione della legge Spazzacorrotti dell'ex ministro Bonafede sulla prescrizione. 

Continua a leggere su Today

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Decreto Rave è legge: la Camera approva grazie alla "Ghigliottina"

Today è in caricamento