Martedì, 13 Aprile 2021

Martina non ci sta: "Da Lega e M5s attacchi gravissimi al Quirinale"

Il segretario reggente del Partito Democratico ha criticato aspramente le mosse di Di Maio e Salvini: "Leggano la Costituzione e le regole che devono rispettare"

Maurizio Martina

Mentre il rebus ministri è ancora da sciogliere, il segretario reggente del Partito Democratico Maurizio Martina punta il dito contro Salvini e Di Maio, colpevoli a suo dire, di un comporamento scorretto nei confronti di Mattarella: "Gli attacchi al Presidente della Repubblica sono gravissimi. Salvini e Di Maio si leggano la Costituzione agli articoli 92 e 95, le regole fondamentali che anche loro devono rispettare. Stiamo attenti a esporre il Paese a queste fibrillazioni, perché gli italiani hanno fatto sacrifici enormi. Se sale lo spread a pagare sono i conti correnti degli italiani. Abbiamo il dovere di contrastare l’irresponsabilità di chi fa forzature per alimentare una campagna elettorale continua”.

Governo, la strategia per aggirare i veti del Quirinale

In una lunga intervista al Corriere della Sera, Martina ha criticato duramente anche il programma contenuto nel contratto di governo tra Lega e Movimento 5 Stelle: “Se fai propaganda per uscire dall’euro – spiega – attacchi il futuro di famiglie, imprese e cittadini, che fuori dalla moneta unica sarebbero più poveri e più deboli. Salvini ci vuole portare in Polonia o in Ungheria, ma la grande maggioranza degli italiani non lo seguirà”. “Dobbiamo prepararci a ogni scenario, lavorando tutti insieme per rendere evidenti i pericoli cui ci stanno portando Lega e 5stelle. Con il loro contratto stanno minando il futuro dei giovani ed è da lì che deve partire il nostro progetto alternativo".

"I populisti si prendono Roma": anche gli Usa attaccano il nuovo governo

"Io sono orgoglioso – conclude Martina – del lavoro fatto in questi anni dai governi di centrosinistra e in queste ore si vede bene la differenza di tono, contenuti e di responsabilità con le nostre squadre di governo. Gli interessi degli artigiani delle valli bergamasche o dei giovani del Sud, che Lega e Cinque Stelle stanno minando, si difendono dentro la sovranità europea, non fuori”.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Martina non ci sta: "Da Lega e M5s attacchi gravissimi al Quirinale"

Today è in caricamento