rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
battibecco

Meloni contro Landini: "Se il Cdm l'1 maggio non va bene allora non si fa neanche il Concertone"

La presidente del Consiglio ha risposto alle critiche del segretario generale della Cgil sul Consiglio dei Ministri fissato per l'1 maggio, la festa dei lavoratori: era stato definito "Diseducativo"

Le dichiarazioni di Maurizio Landini hanno provocato una risposta ufficiale di Giorgia Meloni. Il segretario generale della Cgil aveva criticato la scelta del governo Meloni di fissare il Consiglio dei Ministri per l'1maggio, giorno della festa dei lavoratori. La presidente del Consiglio ha risposto con una comunicazione di Palazzo Chigi in cui difende la data scelta per il Cdm, di certo non casuale visto l'ordine del giorno: il Decreto lavoro. 

"Allora non si fa il Concertone del primo maggio"

''Incomprensibili le parole del segretario della Cgil Maurizio Landini sul Cdm convocato il primo maggio per varare provvedimenti sul lavoro. Io credo sia un bel segnale, invece, per chi come noi, è un privilegiato, onorare con il nostro impegno, in questo giorno di festa, i lavoratori e le risposte che attendono'', ha detto la presidente del Consiglio Giorgia Meloni in una dichiarazione diffusa da palazzo Chigi.

"Vorrei ricordare al segretario Landini - aggiunge poi Meloni - che il primo maggio ci sono molte persone che lavorano, dai camerieri ai medici, dalle forze dell'ordine fino ai tecnici che consentono lo svolgimento del concerto di piazza San Giovanni. Se Landini pensa davvero che sia diseducativo lavorare il primo maggio, allora il concerto la triplice dovrebbe organizzarlo in un altro giorno. Noi non la pensiamo così - conclude - e rispettiamo l'iniziativa della triplice, così come chiediamo rispetto per il nostro lavoro".

Cosa aveva detto Landini

Il segretario della Cgil, Maurizio Landini, aveva definito un "atto di arroganza nei confronti dei lavoratori" la convocazione del Consiglio dei Ministri nel giorno della Festa dei lavoratori: "Non capisco perché avendo a disposizione 365 di giorni l'anno, si debba fare un Consiglio dei ministri proprio il Primo Maggio, è un modo sbagliato di rispettare coloro che lavorano", ha sottolineato Landini.

Decreto lavoro: di quanti euro aumentano gli stipendi dal 1º maggio

"Trovo un po' singolare - ha aggiunto - che non ci sia stata in questi mesi possibilità di discutere con noi di nulla e poi siamo convocati di domenica sera per spiegarci quello che faranno il giorno dopo al Consiglio dei ministri; non è questo il metodo rispettoso di confrontarsi con le organizzazioni sindacali. C'è bisogno di dare risposte alle problematiche dei lavoratori. Valuteremo e giudicheremo quello che ci sarà detto", ha concluso Landini.

Continua a leggere le ultime notizie su Today.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Meloni contro Landini: "Se il Cdm l'1 maggio non va bene allora non si fa neanche il Concertone"

Today è in caricamento