rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Scienze

Troppo zucchero danneggia il fegato dei bambini: così aumenta il rischio di malattie gravi

Uno studio dei ricercatori dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù per la prima volta dimostra la correlazione tra consumo di alte quantità di fruttosio e sviluppo di malattie epatiche gravi. I risultati dell’indagine pubblicati sul Journal of Hepatology

L’abuso sistematico del fruttosio aggiunto ai cibi e alle bevande ha gli stessi effetti pericolosi dell’alcol: ogni grammo in eccesso rispetto al fabbisogno giornaliero - che è di circa 25 grammi - accresce di una volta e mezza il rischio di sviluppare malattie epatiche gravi. Non solo: troppo zucchero rischia di trasformarsi in “veleno” per il fegato dei bambini.

La conferma scientifica arriva da uno studio dei ricercatori dell’area di Malattie epato-metaboliche dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù che, per la prima volta in letteratura, rivela i danni del fruttosio sulle cellule del fegato dei più piccoli. I risultati dell’indagine sono stati pubblicati sulla rivista scientifica Journal of Hepatology. Lo studio è stato condotto tra il 2012 e il 2016 su 271 bambini e ragazzi affetti da fegato grasso. In 1 bambino su 2 gli esami effettuati hanno rilevato livelli eccessivi di acido urico in circolo. L’acido urico è uno dei prodotti finali della sintesi del fruttosio nel fegato. Quando è prodotto in grandi quantità diventa tossico per l’organismo e concorre allo sviluppo di diverse patologie.

ATTENZIONE ALLO ZUCCHERO: COSA E' STATO DIMOSTRATO

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Troppo zucchero danneggia il fegato dei bambini: così aumenta il rischio di malattie gravi

Today è in caricamento