Giovedì, 17 Giugno 2021
Gamechangers

Run for the Oceans: salvare gli oceani con Adidas

Dal 28 maggio all’8 giugno ci si potrà registrare sull’app di Adidas e partecipare a “Run for the Oceans”, iniziativa per la salvaguardia degli oceani

Al via la quarta edizione di “Run for the Oceans”, iniziativa creata grazie alla partnership tra Adidas e Parley for the Ocean, organizzazione che punta ad accendere i riflettori sulla bellezza e sulla fragilità degli oceani. La causa è vitale: ridurre i preoccupanti livelli di inquinamento che la plastica sta causando nei mari del pianeta. Dal 28 maggio all’8 giugno sarà possibile registrarsi sull’app Adidas e partecipare alla challenge, che consiste nel tracciare ogni km percorso correndo, camminando o su sedia a rotelle.

Run for the Oceans: l’iniziativa

Per ogni chilometro percorso Adidas e Parley raccoglieranno da spiagge, isole remote e litorali l’equivalente in peso di 10 bottiglie di plastica, fino un massimo di 250.000 kg di rifiuti. Un impegno davvero notevole da parte degli organizzatori dell’iniziativa, ma anche un modo per coinvolgere in maniera attiva tutti i runner del mondo.

“Se non facciamo qualcosa subito, fra soli 30 anni le acque della Terra conterranno più rifiuti che pesci. E l’unico modo per impedirlo è unire le forze e collaborare”, ha dichiarato Alberto Uncini Manganelli, GM Running e Credibility Sports di Adidas. Proprio nella collaborazione e cooperazione tra i due organizzatori e utente finale è situato il successo di questo progetto e le continue adesioni.

Finora Run for the Ocean ha totalizzato 25,5 milioni di km e raccolto 2,5 milioni di dollari per finanziare le iniziative e i programmi educativi promossi da Parley per contrastare l’inquinamento marino da plastica. Risultati che testimoniano in maniera netta la portata dell’iniziativa.

Un marchio internazionale

"Cambiare la vita delle persone attraverso lo sport". Recita così una frase presente nella home del sito di Adidas. E mai affermazione fu più azzeccata. Il brand è riuscito a far breccia nel cuore di tutti, giovani e adulti.

Nel caso specifico di “Run for the Oceans” il pubblico giovanissimo è stato uno dei target più decisivi. Solo nel 2019 sono 92 le scuole che hanno partecipato ai programmi educativi correlati a questa iniziativa. 70mila bambini e le loro famiglie hanno preso parte al programma in maniera attiva, partecipando all’iniziativa e divulgando l’importanza del riciclo e della sostenibilità ambientale. Non solo un pretesto per sensibilizzare il prossimo, dunque, ma una piattaforma influente, capace di ispirare e responsabilizzare milioni di persone in tutto il mondo, unendole per un obiettivo comune: difendere gli oceani attraverso lo sport.

Come partecipare a Run for the Oceans

Partecipare a “Run for the Oceans” è semplice: scaricare dal proprio store l’app “Adidas Running”, aprire la scheda “Community”, partecipare alla challenge cliccando su “Accetta la Sfida” e iniziare a correre o camminare il più possibile per aiutare Adidas e Parley alla salvaguardia del pianeta. Ogni singolo km, in un periodo così delicato, è fondamentale. D’altronde, come dice Kurt Davids a caratteri cubitali sul sito di Adidas: “Il running ci insegna che possiamo raggiungere ogni obiettivo, un passo alla volta”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Run for the Oceans: salvare gli oceani con Adidas

Today è in caricamento