rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Il caso

Perché Milan-Spezia non può essere rigiocata

Nonostante il grave errore dell'arbitro Serra, che ha impedito ai rossoneri di segnare il gol del vantaggio, il match non potrà essere ripetuto: ecco cosa dice il regolamento

Un match condizionato da un clamoroso errore arbitrale. Milan-Spezia, partita valevole per la ventiduesima giornata di Serie A, è terminata con la vittoria a sorpresa per 1-2 dei liguri, ma i rossoneri recriminano per un'assurda decisione del direttore di gara Marco Serra, il quale al 93', sul punteggio di 1-1, non ha concesso la regola del vantaggio per un fallo su Rebic con l'azione rossonera che si era poi concretizzata nel gol di Messias. Due minuti più tardi, per il Diavolo, la beffa, con Gyasi che, proprio allo scadere, ha firmato il blitz ospite spezzando le aspirazioni di primato della formazione di Pioli, costretta a rimanere alle spalle dell'Inter capolista in classifica.

Milan-Spezia non verrà rigiocata: ecco cosa dice il regolamento

Malgrado il chiaro ed evidente errore di valutazione commesso da Serra, il quale si è subito reso conto dell'abbaglio scusandosi con i calciatori rossoneri, la gara non potrà essere ripetuta. La valutazione del vantaggio, infatti, spetta all'arbitro: non è soggetta alla possibilità di un eventuale intervento del Var e un errore su questa lettura, a termine di regolamento, non concede la possibilità di invalidamento della partita giocata. Si tratta, nello specifico, di un "errore di interpretazione", non di un "errore tecnico", che, al contrario, può portare alla ripetizione di un match. Inoltre non si può neanche parlare di gol annullato, in quanto la rete di Messias è arrivata dopo il fischio dell'arbitro e, di conseguenza, a gioco ormai interrotto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perché Milan-Spezia non può essere rigiocata

Today è in caricamento